La classifica senza errori arbitrali dopo la 37ª giornata di Serie A

·4 minuto per la lettura

Torna la Serie A e tornano anche la moviola, gli episodi controversi e le polemiche. Nella trentasettesima giornata di campionato sono stati diversi gli episodi che hanno fatto storcere il naso a diverse squadre. Nell'analisi che vi proponiamo vengono considerati solo gli errori gravi ai fini del punteggio finale come rigori non concessi ma solari o quelli dati ma per cui non si ravvisa un reale intervento falloso. Le sviste arbitrali più importanti dunque. Ecco le moviole da Superscommesse.it.

MOVIOLA 37ª GIORNATA

  • GENOA ATALANTA (3-4): positiva la prestazione dell'arbitro Marinelli. Regolare il 2-0 dell'Atalanta siglato da Malinovskyi su assist di Zapata. Sull'azione del bomber colombiano, la sfera non è completamente uscita dal campo. Al minuto 68 netto il rigore a favore del Genoa per fallo di mano di Gosens.

  • SPEZIA TORINO (4-1): entrambi i rigori assegnati nel match sono corretti. Il primo allo Spezia per fallo di Vojvoda su Pobega. Il secondo al minuto 53 a favore del Torino per intervento in ritardo di Ferrer su Bremer.

  • JUVENTUS INTER (3-2): senza ombra di dubbio il derby d'Italia risulta la sfida con più episodi arbitrali della stagione. Peggiore in campo l'arbitro Calvarese. Il primo errore al minuto 22 con Chiellini e Darmian che si trattengono in area dell'Inter sugli sviluppi di un corner. Il centrale bianconero va giù. Calvarese non vede il contatto, il Var Irrati decide di richiamarlo al monitor. Rigore assegnato alla Juventus. Review assolutamente forzata, è l'arbitro in campo in questi casi a dover decidere. Al minuto 34 Lautaro, toccato in area dei bianconeri da De Ligt, reclama un rigore. Calvarese non vede ma nuovamente chiamato da Irrati, decide per il rigore. Altra decisione errata, anche in questo caso la review sembra non indispensabile. Al minuto 10 della ripresa rosso per Bentancur (doppio giallo) dopo un fallo del centrocampista su Lukaku. Errore per Calvarese, il secondo giallo è assolutamente esagerato. Al minuto 20 del secondo tempo, Calvarese fischia fallo di Lukaku su Chiellini prima del gol di Lautaro. Altra decisione errata. Il contatto tra Chiellini e il bomber belga è assolutamente legale. Al minuto 37 della ripresa Calvarese annulla un'altra rete all'Inter per presunto fallo di Lukaku su Chiellini. Altro errore da matita rossa per il direttore di gara. Ottima, stavolta, la chiamata del Var. Al monitor è evidente la trattenuta di Chiellini su Lukaku. Rete convalidata. Al minuto 90 Cuadrado va giù in area di rigore dell'Inter dopo un contatto con Perisic. Calvarese assegna il calcio di rigore alla Juventus. Altro errore del direttore di gara, è evidente la ricerca del contatto di Cuadrado che si aggancia all'esterno dell'Inter. Errore anche del Var Irrati che non interviene.

  • ROMA LAZIO (2-0): confusionaria la prestazione di Pairetto che fortunatamente non incide particolarmente sulla sfida. Mancano almeno un paio di cartellini gialli. Rosso corretto per Acerbi (doppio giallo).

  • FIORENTINA NAPOLI (0-2): match difficile, nervoso dalle prime battute. Abisso raggiunge il 6 in pagella. Al minuto 54 giusto assegnare un penalty al Napoli per trattenuta in area di rigore dei viola di Milenkovic ai danni di Rrahmani. Bene il Var Sacchi a richiamare al monitor Abisso.

Juan Cuadrado, Ivan Perisic | Jonathan Moscrop/Getty Images
Juan Cuadrado, Ivan Perisic | Jonathan Moscrop/Getty Images
  • BENEVENTO CROTONE (1-1): promosso Giacomelli in un match difficile. Al minuto 23 corretto il cartellino rosso sventolato a Golemic per netto fallo su Lapadula lanciato a rete. Giusto non assegnare un penalty al Benevento in avvio di ripresa dopo un contatto Lapadula-Simy.

  • UDINESE SAMPDORIA (0-1): rigore giusto assegnato alla Sampdoria per fallo di mano in area di rigore dell'Udinese del centrale dei padroni di casa Bonifazi. Tutto sommato discreta la prestazione dell'arbitro Manganiello.

  • PARMA SASSUOLO (1-3): bene il direttore di gara Piccinini. Al minuto 24 giusto assegnare un rigore al Sassuolo per fallo di Busi su Raspadori.

  • MILAN CAGLIARI (0-0): ottima la direzione di Massa che controlla la sfida senza alcun problema. Giusto non assegnare un penalty al Milan dopo un contatto in area degli isolani tra Carboni e Rebic.

  • VERONA BOLOGNA (2-2): non c'è spazio per le polemiche allo stadio Bentegodi. La partita scorre liscia sui binari della correttezza tanto che non c'è da segnalare alcuna sbavatura da parte del direttore di gara del match.

Classifica Serie A (saldo punti dopo la 37ª giornata)

  1. Inter 91 (88)

  2. Atalanta 79 (78)

  3. Napoli 79 (76)

  4. Milan 74 (76)

  5. Juventus 73 (75)

  6. Lazio* 64 (67)

  7. Roma 62 (61)

  8. Sassuolo 58 (59)

  9. Sampdoria 48 (49)

  10. Torino* 44 (35)

  11. Verona 44 (44)

  12. Bologna 42 (41)

  13. Udinese 40 (40)

  14. Fiorentina 38 (39)

  15. Genoa 37 (39)

  16. Spezia 38 (38)

  17. Cagliari 36 (37)

  18. Benevento 28 (32)

  19. Crotone 22 (22)

  20. Parma 19 (20)

Punti virtuali (tra parentesi i punti reali)

*Lazio e Torino una partita in meno

Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di Serie A.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli