La Dakar dal 2021 potrebbe essere ospitata da due nazioni

Sergio Lillo
motorsport.com

ASO, organizzatrice della Dakar, sta pensando di espandere l'evento a più nazioni a partire dall'edizione del 2021 dopo due anni in cui la base del rally raid è stato un solo paese.

L'Arabia Saudita si è assicurata la manifestazione per 5 anni a partire da quella 2020 appena mandata in archivio con il successo di Carlos Sainz tenutasi esclusivamente in Arabia Saudita.

Il direttore della Dakar, David Castera, ha aperto alla possibilità di vedere le prossime edizioni del rally raid ospitate da più nazioni, così come è avvenuto pochi anni fa in Sud America e, prima ancora, in Africa.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

La prima edizione in Medio Oriente è stata fatta esclusivamente in Arabia Saudita così come imposto dal contratto, ma ora la ASO è libera di aggiungere più nazioni a partire dalla prossima stagione.

"Stiamo provando ad aggiungere uno stato in più", ha dichiarato Castera a Motorsport.com. "Non abbiamo lavorato troppo ancora sulla prossima edizione, perché avevamo il dovere di concentrarci molto sulla prima in Medio Oriente per fare le cose bene".

"Ora che la prima è stata fatta, inizieremo a lavorare presto sulla prossima edizione. L'Arabia Saudita rimarrà ovviamente sede della corsa, e ci sarà un'altra nazione che ospiterà la corsa".

Anche se né ASO, né Castera abbiano specificato di quale nazione si stia parlando, Giordania ed Egitto sono quelle più accreditate perché confinanti con l'Arabia Saudita.

Lo stesso Castera ha fatto sapere di essere stato contattato da rappresentative di entrambe le nazioni.

Potrebbe interessarti anche...