La doppietta contro la Dinamo Kiev apre ad un nuovo inizio di Martin Braithwaite al Barça?

Jasmin Belabess
·3 minuto per la lettura

Ha giocato in quattro differenti campionati, tre di questi nelle principali leghe europee. Dal 2013 è un punto importante della sua nazionale, tanto da aver disputato tutte le gare del Mondiale 2018. Tutti questi fattori non hanno contribuito a scagionarlo dalle critiche durante il suo passaggio al Barcellona lo scorso febbraio.

Parliamo di Martin Braithwaite, nato in Danimarca il 5 giugno 1991 da madre danese e padre di origini guyanesi. Leggenda narra che a soli due anni già girasse per casa con il pallone tra i piedi. Vista la sua passione per il calcio, la famiglia decide di iscriverlo alla scuola calcio della sua città per poi passare al settore giovanile dell'Esbjerg (sua città natale). Rimane qui fino al debutto in prima squadra. Ma la sua stagione si chiude con la retrocessione del club in seconda divisione. Lui rimane nel club e aiuta la sua squadra a tornare nella prima divisione dopo appena un anno.

EuroFootball/Getty Images
EuroFootball/Getty Images

L'eco delle sue prestazione raggiunge le coste francesi e per la precisione Tolosa. La squadra transalpina decide di farlo suo nel 2013 e investe tre milioni di euro. Il giocatore resta in Francia per quattro stagioni dove raggiunge il suo record di gol realizzati: 14 in una stagione. Nella sua ultima annata francese realizza 12 gol in Ligue 1. Nel 2017 il suo talento viene apprezzato oltremanica e il Middlesbrough decide di spendere 10 milioni di sterline per portarlo in Inghilterra. Dopo una sola stagione, con più ombre che luci, fa ritorno in Francia dove indossa la maglia del Bordeaux dove contribuì (ma senza brillare) alla qualificazione del club in Europa League.

PASCAL GUYOT/Getty Images
PASCAL GUYOT/Getty Images

Nella sessione invernale del calciomercato 2019 cambia nuovamente campionato. Ad attenderlo questa volta c'è il Leganes in Spagna. Inizialmente si trasferisce in prestito ma le sue prestazioni portano il club spagnolo a salvarsi e convincono il club a riscattarlo. L'investimento da 5 milioni per trattenere Braithwaite al Leganes diventa uno dei più importanti nella storia della società. E lui risponde con prestazioni importanti, diventando pilastro della squadra e idolo della tifoseria.

DeFodi Images/Getty Images
DeFodi Images/Getty Images

Lo scorso febbraio il Barcellona, considerando le assenze di Dembélé e Suarez, decide di sborsare 18 milioni di euro per l'acquisto del danese. L'acquisto da subito suscitò polemiche. Il motivo? L'acquisto avvenne fuori dalla sessione di mercato invernale ma il club blaugrana sfruttò una parte del regolamento che permette l'acquisto da parte di club spagnoli in caso di infortunio superiore ai sei mesi di uno o più giocatori titolari. In casa Barça le polemiche nacquero soprattutto per l'elevata cifra investita per il calciatore.

Dopo mesi difficile, ieri la svolta? Braithwaite è stato protagonista nel match di Champions League contro la Dinamo Kiev, realizzando due gol e mettendo a punto un assist. Preludio ad un nuovo inizio? L'affare Braithwaite, ad oggi, è sicuramente discutibile ma questi gol potrebbero cambiare la sua storia in blaugrana.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo e dalla Serie A.