La Ferrari riscalda i motori per l'apertura del 14 aprile

Franco Nugnes
motorsport.com

Alla Ferrari scommettono sul futuro: la Casa di Maranello prevede attualmente di riaprire la produzione il 14 aprile 2020 a condizione che sia garantita la continuità della catena di fornitura. La speranza dei vertici del Cavallino è che, quindi, si attenui la morsa del Coronavirus sull’Italia dopo Pasqua, per cercare di ridare il via all’attività produttiva che è stata fermata.

“Tutte le attività aziendali che possono essere svolte attraverso il lavoro agile – si legge nel comunicato - continueranno regolarmente come è stato fatto nelle scorse settimane. La Società continuerà a farsi carico dei giorni di assenza di coloro che non possono avvantaggiarsi di tale soluzione”.

“A fronte della grande incertezza e dell’imprevedibilità causata dal Covid-19, il marchio del Cavallino sta adottando tutte le misure più appropriate per assicurare il benessere e la salute dei suoi dipendenti, nell’interesse di tutti i suoi azionisti”.

La Ferrari precisa sin da ora che sarà in grado di dare la situazione finanziaria del primo trimestre il 4 maggio 2020, nel corso della conference call con la comunità di investitori.

“Alla luce del valore del marchio, della propria solidità finanziaria e del modello di business, Ferrari è fiduciosa nella propria capacità di generare valore per tutti gli azionisti al di là delle incertezze del breve periodo”.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...