La Fiorentina esonera Iachini e chiama Prandelli

Adx
·3 minuto per la lettura

Roma, 9 nov. (askanews) - Beppe Iachini non è più l'allenatore della Fiorentina e lascia la panchina a Cesare Prandelli. Il club viola ha pubblicato un comunicato ufficiale, seguito da una lunga lettera del presidente Commisso, il quale ringrazia l'allenatore uscente e dà il benvenuto al nuovo, che poi è un "bentornato" . Iachini è stato esonerato dopo lo 0-0 contro il Parma, con 8 punti conquistati in sette partite in campionato. Cesare Prandelli, che ha firmato un contratto fino a giugno 2021. Prandelli ha già guidato la Fiorentina tra il 2005 e il 2010. La sua ultima esperienza è sulla panchina del Genoa, nella stagione 2018/19. Il nuovo tecnico viola dirigerà il suo primo allenamento al Centro Sportivo Davide Astori domani pomeriggio, martedì 10 novembre 2020. Presentazione in streaming alle ore 13. "ACF Fiorentina comunica di avere sostituito Giuseppe Iachini allenatore della Prima Squadra con Cesare Prandelli - è scritto nella nota della società viola - Beppe Iachini nella passata stagione ha dovuto gestire una situazione particolarmente difficile e, in un contesto generale molto complicato, è riuscito a risollevare le sorti della squadra chiudendo il campionato al decimo posto. Purtroppo, dopo un'attenta e scrupolosa analisi dell'inizio di questa nuova stagione e dei risultati fino a oggi ottenuti, la Società ritiene che la soluzione migliore sia quella di revocare l'incarico all'attuale allenatore. Il Presidente Commisso e tutta la Dirigenza viola desiderano esprimere la propria gratitudine a Beppe Iachini e a tutto il suo staff per l'impegno e la professionalità dimostrati sin dal loro arrivo e gli augurano i migliori successi professionali per il prosieguo della carriera. Il Club viola ha annunciato nel suo lungo comunicato il nome del successore di Iachini: Cesare Prandelli. "Prandelli, nato ad Orzinuovi il 19 agosto 1957, ha già indissolubilmente legato la sua carriera da allenatore ai colori viola, guidando la Fiorentina dal 2005 al 2010, periodo durante il quale ha ottenuto ben due qualificazioni alla Champions League ed ha raggiunto una semifinale di Coppa Uefa. Prandelli ha successivamente allenato la Nazionale italiana con la quale ha raggiunto, nel 2012, la finale degli Europei". Queste le parole del Presidente Rocco Commisso: "Prima di tutto voglio ringraziare personalmente Beppe Iachini, allenatore capace e determinato, che, nel momento più difficile della scorsa stagione, ha trascinato e guidato la squadra, col suo lavoro, la sua dedizione e il suo carattere. Purtroppo, gli attuali risultati impongono un cambio di guida tecnica, ma la mia stima e la gratitudine verso l'uomo e il professionista rimangono del tutto immutati. Voglio inoltre dare il mio personale benvenuto a Mister Prandelli. Riteniamo che le sue capacità, la sua storia professionale e la sua umanità, riconosciute e apprezzate da tutto il mondo del calcio, rendano Prandelli la persona più adatta a sedere sulla panchina viola. Ho condiviso la scelta della Dirigenza di puntare su Cesare Prandelli, quale nuovo tecnico, considerandolo il candidato ideale per le sue esperienza e la sua massima motivazione di tornare a lavorare per i nostri colori. Motivazione e decisione che ci aspettiamo di ritrovare in tutti i giocatori e in tutto l'ambiente che lavora intorno alla squadra.Mi auguro che il nuovo allenatore riuscirà a valorizzare e utilizzare al meglio la nostra rosa e, attraverso il gioco e ai futuri risultati che otterremo, a regalare nuove soddisfazioni alla città di Firenze e alla grande Famiglia Viola".