La grande illusione Balotelli, il bel gioco di Prandelli e il 'maledetto' tiki-taka: l'Italia a Euro 2012

·3 minuto per la lettura

Notti magiche. Rivissute anche nel 2012, con l'Italia a un passo da una storica vittoria a Euro 2012. Non era certamente la nazionale favorita quella di Cesare Prandelli. Reduci dal catastrofico Mondiale del 2010 in Sudafrica, la Nazionale era stata affidata a Prandelli, che aveva portato la sua idea di calcio con buoni risultati e puntando tutto su una coppia d'attacco molto discussa e chiacchierata: Antonio Cassano e Mario Balotelli, i due bad boy del calcio italiano. L'Europeo del 2012, che si tenne in Polonia e Ucraina (che vinsero non senza polemiche contro l'Italia, che era favorita, e Croazia-Ungheria) e sarà l'ultimo Europeo a 16 squadre perché dall'edizione successiva, nel 2016 in Francia, parteciperanno 24 squadre.

Come detto, l'Italia di Cesare Prandelli non arrivò all'appuntamento da favorita. Prima della rassegna, il c.t. dovette fare i conti con l'infortunio di Giuseppe Rossi, che saltò l'Europeo per un infortunio al ginocchio riportato ad aprile. Ma non fu l'unico campione a dover rinunciare alla convocazione causa infortunio: da Frank Lampard dell'Inghilterra a David Villa della Spagna, da Carlos Martins del Portogallo passando per Gareth Barry (Inghilterra) e i francesi Younes Kaboul e Loic Remy. L'Italia venne sorteggiata nel gruppo C contro Spagna (campione del mondo in carica e in piena epoca tiki-taka), Croazia e l'Irlanda, un girone molto complicato in cui si rischiò grosso. Alla prima fu subito Spagna-Italia. Grande spettacolo e sfida che terminò sull'1-1 con i gol di Totò Di Natale e Cesc Fabregas. Alla seconda, altra sfida importantissima con la Croazia che al debutto aveva battuto 3-1 l'Irlanda e nuovo pareggio. Stavolta in gol va Mario Mandzukic, con Andrea Pirlo che la riprese su punizione. Spagna invece sul 4-0 con l'Irlanda. All'ultima e decisiva sfida fu Spagna-Croazia e Italia-Irlanda. La Nazionale fece il suo, battendo 2-0 gli irlandesi con le reti di Antonio Cassano e Mario Balotelli e la Spagna vinse anche con la Croazia eliminandola dal torneo con la rete di Jesus Navas.

Ai quarti l'Inghilterra. Il quarto di finale dell’Italia fu praticamente perfetto. Una partita dominata dall'inizio alla fine con l’Inghilterra spenta che non riuscì a contrastare e ad impensierire l’Italia. Mancò solo il gol e ci vollero i calci di rigore per decidere la sfida con Andrea Pirlo che fece il celebre cucchiaio al portiere Hart ("L'ho visto troppo carico" dirà in seguito) con il rigore decisivo segnato da Alino Diamanti. Un altro quarto di finale molto atteso fu quello tra Germania e Grecia, divise dallo spread. Grande vittoria tedesca per 4-0 e nessuna discussione.

Mario Balotelli | GABRIEL BOUYS/Getty Images
Mario Balotelli | GABRIEL BOUYS/Getty Images

Ma i tedeschi in semifinale dovettero fare i conti con Mario Balotelli e Antonio Cassano. Un'altra grandissima partita degli azzurri che vinsero con il punteggio di 2-1, con i gol proprio di Mario e Antonio, con Balo che esultò mostrando i pettorali in un'esultanza che fece il giro del mondo. Dall'altra parte Spagna-Portogallo. Spagnoli imbrigliati dai portoghesi, poche emozioni fino ai calci di rigore. Errore decisivo di Bruno Alves e rigore spagnolo vincente di Cesc Fabregas. Finale Spagna-Italia. In finale gli azzurri ritrovano la Spagna nel teatro dello Stadio Olimpico di Kiev. C'erano grandi aspettative, con la Nazionale lanciata da Mario Balotelli e Antonio Cassano ma le aspettative furono tradite. Sarà una mattanza, italiani polverizzati 4-0. Grandissima prova della nazionale spagnola che dominava il mondo. Vittoria netta per 4-0 con David Silva, Jordi Alba in gol nel primo tempo. Poi al 62' l'infortunio di Thiago Motta che lasciò l'Italia in 10 (era il terzo cambio) e azzurri in balia degli spagnoli che triplicarono con Fernando Torres e chiusero i conti con Juan Mata, consegnando alla Spagna il terzo titolo continentale, il secondo consecutivo (terza vittoria in fila tra Europei e Mondiali). Andrés Iniesta fu votato come miglior giocatore del torneo. Tra i capocannonieri, con 3 gol, anche l'italiano Mario Balotelli.

Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità dell'Europeo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli