La grinta della nazionale danese, tenuta insieme dal carisma del suo capitano

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·2 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
Danimarca semifinale per Eriksen
Danimarca semifinale per Eriksen

Gli europei di calcio entrano nel vivo con le semifinali e le quattro squadre rimaste, tra sorprese e conferme, animano il calcio del vecchio continente. Ci sono la Spagna, l’Italia, l’Inghilterra e poi, in maniera abbastanza inaspettata, la Danimarca. Proprio la squadra nordeuropea aveva iniziato questa competizione nel peggiore dei modi dopo che nel corso della prima partita con la Finlandia il giocatore Christian Eriksen aveva accusato un malore che aveva fatto temere il peggio. Ne era seguita un’altra sconfitta alla seconda uscita con il Belgio, ma con la vittoria contro la Russia la nazionale danese era riuscita a qualificarsi per gli ottavi. Le successive vittorie con il Galles e il successo di misura sulla Repubblica Ceca permettono ora la Danimarca di andare in semifinale e di farlo per il suo giocatore simbolo: Christian Eriksen.

LEGGI ANCHE: Euro 2020 Svizzera-Spagna 2-4: gli iberici vanno in semifinale

Danimarca in semifinale per Eriksen

Dalle lacrime alla goia per la qualificazione alle semifinali di Wembley, un percorso costruito sul gruppo e sulle personalità dirompente di alcuni giocatori come Delaney e Kjaer, rispettivamente goleador e capitano della Danimarca. Sono loro a trainare la squadra, loro che in ogni momento utile ricordano il loro compagno Eriksen che oggi è per fortuna fuori pericolo.

La Danimarca è semifinale: un percorso per Eriksen

Il capitano danese e difensore del Milan, Kjaer, era stato il primo a soccorrere l’amico Eriksen dopo l’arresto cardiaco e, con una straordinaria freddezza, colui che aveva rincuorato la compagna del giocatore dell’Inter nel frattempo arrivata sul terreno di gioco. È sempre Kjaer che a fine della partita contro la Repubblica Ceca ha detto: Lui sa che giochiamo per lui. È difficile trovare le parole per quanto sta accadendo. Avevamo un obiettivo – ha aggiunto – arrivare a Wembley e ci siamo riusciti, adesso possiamo provare a puntare all’ultimo obiettivo più importante. Anche per Chris”.

La Danimarca vola in semifinale e lo fa per Eriksen

La nazionale danese spera ora dunque in bis del miracolo calcistico del 1992 quando riuscì, al di là di ogni pronostico, a vincere la coppa europea di calcio. Anche in quell’occasione la Danimarca dovette affrontare delle difficoltà, ma riuscì a trasformarle in energia e grinta che le permisero di arrivare sul tetto d’Europa.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli