La Juve ha deciso: i due calciatori sacrificabili sul mercato

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·1 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

La Juventus ha tirato un grossissimo sospiro di sollievo dopo la qualificazione in Champions League acciuffata per il rotto della cuffia nell'ultima giornata del campionato appena chiuso. A livello di prestigio, difficile immaginare la Juve senza la massima competizione europea per club, ma soprattutto a livello economico, per un mercato nettamente diverso rispetto a quello che poteva essere un "declassamento" in Europa League.

Aaron Ramsey | Gabriele Maltinti/Getty Images
Aaron Ramsey | Gabriele Maltinti/Getty Images

E in questo senso Max Allegri, dopo il ritorno sulla panchina bianconera al posto dell'esonerato Andrea Pirlo, ha già discusso con la dirigenza sulle prossime mosse di calciomercato. Dalla nuova "importanza" di Alvaro Morata, che ora va verso il rinnovo del prestito dall'Atletico Madrid, al rinnovo di Paulo Dybala, ora di nuovo al centro del progetto con il tecnico livornese sul ponte di comando. E secondo l'edizione odierna della Gazzetta della Sport mister Allegri ha anche fatto i nomi di quei calciatori che si possono "sacrificare" sull'altare del bilancio.

Merih Demiral | Quality Sport Images/Getty Images
Merih Demiral | Quality Sport Images/Getty Images

Tra coloro che potranno salutare la Continassa i nomi più caldi sono quelli di Merih Demiral e di Aaron Ramsey. Il difensore turco piace al club, per qualità, età ed ingaggio, ma è tra i calciatori più corteggiati da diverse squadre europee, e quindi quello che può garantire una cessione con plusvalenza. Dopo di lui il centrocampista gallese, martoriato dagli infortuni: se per Ramsey dovesse arrivare un'offerta la Juve lo cederebbe senza pensarci troppo.

Segui 90min su Instagram.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli