La Juve domina, trema e poi vince: incredibile 4-3 sul Napoli

Sportal.it

Una partita già vinta, e addirittura dominata, che rischia di scappare la mano e poi viene riacciuffata nel modo più incredibile nei minuti di recupero: questa la storia di Juventus-Napoli 4-3, con i bianconeri che nell'incredibile notte di Torino si prendono tre punti dopo aver temuto di dover sopportare una beffa che sarebbe risultata leggendaria.

La prima ora di gioco è infatti un autentico monologo bianconero: Danilo, appena subentrato all'infortunato De Sciglio, porta in vantaggio la Juventus al 15' (29 secondi dopo essere entrato in campo), passa una manciata di minuti e Higuain raddoppia, consegnando ai suoi vecchi tifosi del Napoli un altro regalo indesiderato con un dribbling irresistibile su Higuain e una sassata nel sette.

Arriva anche la traversa di Khedira, quindi Cristiano Ronaldo sembra chiudere tutto al 62': azione avvolgente della Vecchia Signora, assist di Douglas Costa e firma di CR7 per un comodo 3-0. Sembra tutto finito, con la zuccata di Manolas al 66' che vale un gol apparentemente utile solo per le statistiche. Ma non è così, perché l'esordiente Lozano al 68' segna a sua volta, sfruttando un assist di Zielinski, e clamorosamente riapre tutto. La Juve trema, e la beffa sembra fatta all'81': punizione di Callejon, Di Lorenzo sfugge a De Ligt e pareggia. Ma quando ormai sembra tutto finito, su un pallone della disperazione buttato in area da Pjanic, Koulibaly cucina la frittata e fa autogol. La Juve vince incredibilmente, al Napoli rimane solo il sapore amaro di aver sfiorato un'impresa leggendaria.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...