La Juve e Morata sempre più lontani: nervi tesi e sguardo al futuro, la scelta della società

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·1 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Molto probabilmente i prossimi mesi saranno gli ultimi di Alvaro Morata alla Juventus. L'addio dell'attaccante bianconero è sempre più probabile, e solo un grande girone di ritorno può convincere la dirigenza a investire i 35 milioni di euro previsti per riscattarlo dall'Atletico Madrid. Servono gol, e tanti. Molti di più dei 7 stagionali segnati finora dall'attaccante spagnolo, che nella sua seconda avventura a Torino non riesce a decollare definitivamente.

NERVI TESI - Alvaro non è sereno, in campo si innervosisce se non arriva il gol. L'ha fatto contro il Genoa, quando si è preso un giallo per una reazione su Biraschi e ne è nato un battibecco con Allegri: "Hai regalato un fallo, devi stare zitto. Stai facendo casino". Risultato? Sostituzione. Nervi tesi per Morata, sa che non sta dando il massimo e la Juve è sempre più orientata a fare altre scelte. In più ci si è messa anche la pandemia a complicare i piani e ad allontanare quel riscatto, che sarebbe complicato anche se l'Atletico dovesse decidere di fare uno sconto.

I NOMI PER IL FUTURO - La Juve guarda al futuro con Kean e Kaio Jorge, ma per lo spagnolo sembra non esserci posto. Ce ne sarà, probabilmente, per un altro attaccante. Vlahovic ad oggi è più un sogno di un obiettivo, l'altro nome accostato ai bianconeri è quello del classe '99 Gianluca Scamacca ma trattare con il Sassuolo non è mai facile: i neroverdi fissano il prezzo e difficilmente abbassano le loro richieste (e la Juve ne sa qualcosa dopo aver trattato Locatelli per quasi due anni). Morata osservato speciale in casa bianconera, ma l'addio dello spagnolo è sempre più probabile.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli