La Juve mette le mani su Vicario

C'è Guglielmo Vicario nel mirino della Juventus. Un interesse datato, che potrebbe diventare qualcosa di più a gennaio, quando riaprirà il mercato. Questa è l'idea di Cherubini e Arrivabene, che sanno bene quanto programmare sia indispensabile per un club come la Juve. Al momento, infatti, non c'è necessità di portare a Torino un nuovo numero uno, Wojciech Szczesny e Mattia Perin hanno un contratto fino al 2025 (il polacco fino al 2024 con opzione di un anno aggiuntivo) e danno ampie garanzie, bloccare Vicario vorrebbe dire fare un investimento. Che un giorno potrebbe dare i suoi frutti.

LA SITUAZIONE - Per la prima squadra, se dovesse cambiare qualcosa nel reparto portieri, o sul mercato, come pedina di scambio per arrivare ad altri giocatori. Cherubini e Arrivabene sanno che questo è il momento giusto, per anticipare la concorrenza, per evitare un'asta estiva. L'idea della Juve è quella di acquistarlo e lasciarlo ad Empoli, almeno fino a giugno. Il problema è rappresentato dal prezzo: per lasciarlo partire il presidente Corsi vuole più dei 15 milioni di euro chiesti alla Lazio in estate. Al momento non c'è in piedi una trattativa, ma i rapporti tra i due club sono ottimi. Non è detto che oltre a Parisi, prima scelta per la corsia sinistra bianconera, nelle prossime settimane si possa parlare anche di Vicario, al momento uno dei tre migliori portieri italiani.