La Juve pensa a Castrovilli, ma vale davvero la pena giocarsi McKennie?

Antonio Parrotto
·1 minuto per la lettura

Le ultime voci di calciomercato parlano di una Juventus molto attenta sul fronte Gaetano Castrovilli. Il centrocampista classe '97, nonostante un periodo di flessione, ha sempre molto mercato e piace alle big del nostro calcio. Il giocatore sta pagando l'andamento lento della Fiorentina ma resta uno dei centrocampisti più apprezzati e con maggiore potenziale del nostro calcio.

Castrovilli sarebbe finito nel mirino della Juventus, che cerca nuovi rinforzi per potenziare quel centrocampo che ad oggi sembra essere il reparto più debole della formazione bianconera. Si è parlato di un possibile scambio con Weston McKennie: sarebbe il giusto affare?

Weston McKennie | Jonathan Moscrop/Getty Images
Weston McKennie | Jonathan Moscrop/Getty Images

Spoiler: no! Non sarebbe giusto, ad oggi, sacrificare Weston McKennie per arrivare a Gaetano Castrovilli. Anche l'americano sta vivendo un periodo non particolarmente brillante, dopo un grande avvio di stagione. La Juve lo ha già riscattato dallo Schalke 04, costerà circa 30 milioni di euro. Il texano è un classe '98 che può giocare in più ruoli, ha i gol nel bagaglio, è bravo negli inserimenti, e ha dimostrato di poter far parte della rosa della Juventus. Arrivare a sacrificarlo dopo una sola stagione è quantomeno frettoloso. Il consiglio, sicuramente non richiesto, è quello di provare a valutare altre strade se si vuole arrivare ad ingaggiare Castrovilli. Dunque, per dirla alla Mara Maionchi: per me è no!

Segui 90min su Facebook per restare aggiornato sulle ultime news sulla Serie A.