La Juve risorge in zona Champions, 2-1 al Napoli: in gol Ronaldo, Dybala e Insigne

Omar Abo Arab
·3 minuto per la lettura

Dopo 185 giorni, rinvii e polemiche a non finire è andata finalmente in scena Juve-Napoli. Una vittoria 2-1, quella dei bianconeri, che rilancia Andrea Pirlo nella corsa alla qualificazione Champions.

Danilo e Insigne | MB Media/Getty Images
Danilo e Insigne | MB Media/Getty Images

Si comincia subito forte con la Juve che sfiora il vantaggio già al 2': Ronaldo da zero metri, di testa, manda clamorosamente a lato il cross perfetto dalla destra di Danilo. Passano 60 secondi e lo imita Zielinski che spara altissimo a centro area.

La rabbia di Ronaldo dopo il clamoroso errore | Giorgio Perottino/Getty Images
La rabbia di Ronaldo dopo il clamoroso errore | Giorgio Perottino/Getty Images

Si gioca a ritmi alti e all'8' è Chiesa a raccogliere una respinta in area e provare la conclusione: murato in corner, con Rabiot che di testa sullo spiovente di Cuadrado manda a lato di poco in torsione. Al 10' incursione sulla sinistra di Insigne e cross basso al centro dove è attento Alex Sandro in chiusura. Passano due minuti e la Juventus va in vantaggio: con una grandissima giocata Chiesa confeziona un assist perfetto per Ronaldo che, a centro area, stavolta non sbaglia e sigla di destro l'1-0.

Ronaldo esulta dopo il gol del vantaggio | MARCO BERTORELLO/Getty Images
Ronaldo esulta dopo il gol del vantaggio | MARCO BERTORELLO/Getty Images

Il Napoli risponde con Fabian Ruiz dal limite, ma anche lo spagnolo è impreciso e calcia altissimo. Gli animi si "calmano", almeno in termini di occasioni da gol, fino al 35', quando la Juve reclama un rigore per un fallo di Lozano su Chiesa in area, non ravvisato dall'arbitro e su cui anche il VAR non richiama Mariani. 2' dopo combinazione Danilo-Cuadrado che manda in area il colombiano: tutto bene, tranne il tiro centrale bloccato da Meret. Al 39' è Insigne a spaventare Buffon con una palombella dalla distanza che però non trova la porta. Sulla fascia destra la Juve fa quello che vuole, con Hysaj che soffre terribilmente le folate di Cuadrado che, al 40', manda al tiro Chiesa: la mira non c'è, palla fuori. Sul finire del primo tempo manca un altro rigore, stavolta per il Napoli, dopo il fallo di Alex Sandro su Zielinski: tutto regolare.

Alvaro Morata e Matteo Politano | Valerio Pennicino/Getty Images
Alvaro Morata e Matteo Politano | Valerio Pennicino/Getty Images

Anche la ripresa non è da meno: Di Lorenzo ha subito l'occasione per il pari a centro area, ma Buffon è reattivo e respinge, poi è Chiesa a provarci senza inquadrare la porta. Gattuso inserisce Politano e Osimhen ed è proprio il nigeriano a fare la sponda per Insigne e ricevere per la conclusione: destro largo. Al 59' è Insigne a calciare a rete, ma di nuovo Buffon è pronto alla risposta.

L'esultanza di Dybala | MARCO BERTORELLO/Getty Images
L'esultanza di Dybala | MARCO BERTORELLO/Getty Images

A questo punto Pirlo inserisce Dybala e McKennie, ma al 71' il portierone bianconero è di nuovo fenomenale, stavolta su Fabian Ruiz. Passa 1' e probabilmente segna l'uomo più atteso: è Paulo Dybala con un grandissimo mancino quasi da fermo a siglare il 2-0 fulminando Meret sul palo lontano. Il Napoli incassa il colpo ma non demorde, pur non portando significativi pericoli alla porta di Buffon. All'88 però arriva il rigore per il Napoli che Mariani concede per fallo di Chiellini su Osimhen: dal dischetto Insigne non sbaglia e riapre tutto: è 2-1. Nei 4' di recupero pericoloso Osimhen, ma De Ligt lo mura. Alla fine è la Juve a far festa.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juve, del Napoli e della Serie A.