La Juve si gioca tutto in 7 giorni: salvare parzialmente o buttare definitivamente via l'annata in 180 minuti

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·1 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Tutto in 180 minuti. Potrebbe essere il titolo di un film in bianconero. La Juventus di Andrea Pirlo ha fatto di tutto per non andare in Champions quest'anno, ma è ancora lì, ma non ha ancora il destino nelle sue mani.

I bianconeri si giocano tutto contro il Bologna domenica prossima, in attesa però di conoscere cosa accadrà a Bergamo per Atalanta-Milan o in attesa di conoscere il risultato tra Napoli e Verona. In sostanza: chi non vince è fuori, se vincono tutte e 3 Juve eliminata dai giochi.

Juan Cuadrado, Weston McKennie, Giorgio Chiellini, Adrien Rabiot | Jonathan Moscrop/Getty Images
Juan Cuadrado, Weston McKennie, Giorgio Chiellini, Adrien Rabiot | Jonathan Moscrop/Getty Images

Pochi giorni prima un altro appuntamento importantissimo per la Juventus. Come ricorda Tuttosport, c'è la finale di Coppa Italia. Due vere e proprie finali per la formazione di Andrea Pirlo. La prima mercoledì al Mapei Stadium con un trofeo in palio, la Coppa Italia, la seconda domenica sera al Dall'Ara, ma con un occhio a Milan e Napoli, con in palio in un certo senso un altro trofeo, quello della qualificazione alla prossima Champions League che vale prestigio ma soprattutto grana. E in questo momento ce n'è maledettamente bisogno, soprattutto alla Juventus.

Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di Serie A.