La Juve si prepara per...Arthur. Bianconeri "alla Sarri": Genoa annichilito

Antonio Parrotto
90min

Genoa e Juventus in campo per il secondo degli anticipi della 29esima giornata di Serie A. Nicola cambia e fa partire dal 1' minuto Masiello. Esperienza e qualità in mezzo al campo con Schone e in attacco dentro le torri con Pinamonti e Favilli titolari. Sarri dà continuità, per larga parte, alla formazione che ha battuto il Lecce 4 giorni fa, puntando su Danilo terzino sinistro, di rientro dalla squalifica, al posto di Matuidi, Rabiot ancora titolare in mezzo al campo e Bernardeschi ancora nel tridente offensivo.


Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio
FBL-ITA-SERIEA-GENOA-JUVENTUS-HEALTH-VIRUS
FBL-ITA-SERIEA-GENOA-JUVENTUS-HEALTH-VIRUS

Grandissimo primo tempo della Juventus che parte sempre dal basso con azioni manovrate, tanti tocchi di prima e di qualità per velocizzare l'azione, tante combinazioni di alto livello nello stretto, giusta aggressività con i due difensori che tengono, come con il Lecce, la squadra alta ma poche occasioni da gol. Una buonissima prima frazione della Juve contro un Genoa quasi timoroso, molto chiuso in difesa. La soluzione delle due torri, contro due altre ottime torri come Bonucci e De Ligt, non funziona. La Juve protesta per un mancato doppio giallo a Favilli. E sfiora il gol soprattutto nel finale con Ronaldo ma Perin, uno degli ex, a mano aperta gli dice di no.


Nella ripresa il Genoa parte bene ma è la Juventus a passare in vantaggio, con una azione individuale di Dybala: l'argentino salta due-tre uomini e da destra lascia partire il suo mancino chirurgico che finisce all'angolino, con Perin che sfiora ma non basta. Sette dei suoi 10 gol sono arrivati sul punteggio di 0-0. Poi al 56' la magia di Ronaldo: gran tiro da fuori area e palla angolata, imparabile per Perin. Douglas Costa, geloso, decide di candidarsi al premio del gol più bello della serata: controllo, finte e sinistro nel sette. Il Genoa accorcia con Pinamonti, la Juve subisce il primo gol dopo la ripartenza. Ma Sarri torna a casa con il +4 sulla Lazio e con la miglior difesa del campionato. E con la consapevolezza di avere una squadra in grande crescita.


Segui 90min su FacebookInstagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A!


Potrebbe interessarti anche...