La Juventus nei quarti di Champions, Luis Enrique: "Sono cambiati dal 2015"

Luis Enrique commenta, in conferenza stampa, il sorteggio di Champions: "La Juventus è una rivale temibile, può giocare in diversi modi".

E’ stata un’urna tutt’altro che benevola, per la Juventus, quella che ha disegnato i quarti di finale di Champions League. La compagine campione d’Italia infatti, dovrà vedersela con in Barcellona, una delle grandi favorite per la vittoria finale del torneo.

Luis Enrique, a 24 ore dal sorteggio di Nyon e alla vigilia della sfida di campionato con il Valencia, ha spiegato: “Quando arrivi ai quarti di finale di Champions League non puoi aspettarti un avversario che non sia importante. Tutti abbiamo ancora in mente la finale giocata contro di loro a Berlino nel 2015, da allora però la Juve ha cambiato diversi giocatori restando una rivale temibile”.

La Juventus da settimane adotta uno stile di gioco molto offensivo: “Possono giocare in diversi modi, prima si schieravano con il 5-3-2. Recentemente hanno adottato il 4-2-3-1 e con Mandzukic a sinistra perdono in velocità ma guadagnano molto in fisicità. Alla fine tutto va considerato sempre in funzione dei giocatori ed io sono preoccupato più dal collettivo che dalle individualità”.

Il tecnico blaugrana ha già annunciato da tempo il suo addio al Barcellona al termine della stagione e per la sua sostituzione si sta facendo con forza il nome del suo assistente Juan Carlos Unzuè: “Mi avete già chiesto di lui, ho già dato il mio parere ed ho detto che mi terrò ai margini di questa cosa ed è quello che farò. Dispiaciuto se dovessero scegliere lui? E’ impossibile che accada una cosa di questo tipo, siamo amici da troppo tempo”.

 

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità