La Lega ha deciso: dopo il rinvio col Sassuolo l'Inter ha giocato il suo jolly

Omar Abo Arab
·1 minuto per la lettura

I quattro calciatori contagiati dal Covid-19 in casa Inter (in ordine di tempo Danilo D'Ambrosio, Samir Handanovic, Stefan de Vrij e Matias Vecino) hanno spinto l'ATS di Milano a imporre lo stop alle attività sportive nerazzurre, il che significa niente allenamenti, ma soprattutto niente gara con il Sassuolo domani - si parla di mercoledì 7 o 14 aprile per il recupero).

Antonio Conte | Soccrates Images/Getty Images
Antonio Conte | Soccrates Images/Getty Images

Un altro colpo durissimo inferto al protocollo stilato dalla FIGC che, ormai (e giusto o sbagliato che sia), è stato scavalcato dalle decisioni delle aziende sanitarie, ormai considerate causa di forza maggiore. Lo stesso spiegava come ogni squadra avesse a disposizione un jolly per chiedere il rinvio della gara nel caso in cui ci fossero 10 calciatori contagiati. Per la Lega Serie A quindi, stesso discorso del Torino (anche per i granata fu rinviata la partita con il Sassuolo): se l'Inter, sfortunatamente, dovesse arrivare alla gara con il Bologna con 10 giocatori positivi al Covid-19, dovrebbe scendere comunque in campo. E così facendo si ripresenterebbe lo stallo - rivela l'edizione odierna del Corriere dello Sport - che potrebbe risolvere solo il Giudice sportivo, come avvenuto in Lazio-Torino.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo dell'Inter e della Serie A.