La lite tra Fognini e Caruso agli Australian Open. "Hai avuto c..." "Non rompermi i c..."

Silvia Renda
·Collaboratrice Social News
·1 minuto per la lettura

Alta tensione a Melbourne durante gli Australian Open. La giornata è stata movimentata dal derby azzurro tra Fabio Fognini (10) e Salvatore Caruso (78). Ha vinto il primo, accedendo così al terzo turno dopo una partita spettacolare e equilibrata, durata poco meno di 4 ore, con Caruso costretto a fermarsi per un problema alla caviglia, ma poi di nuovo in campo capace di battagliare fino alla fine e sprecare anche un match point.

Il post gara però è stato da dimenticare. Scintille in diretta tv riprese dalle telecamere, nate quando Fognini ha sottolineato “Ne hai tirate quattro uguali di culo e non mi ha chiesto scusa. Non posso dire che hai culo?” riferendosi probabilmente alle numerose palle finite sulla linea durante il tie-break. Ma Caruso non ha gradito: “Non mi sono permesso di dire una parola in tutta la partita. Basta, a posto così”. “Non posso dirti che hai culo? qual è il problema” ha replicato Fognini. Il diverbio è poi continuato sullo stesso tono, finché Caruso ha chiosato “puoi dire quello che vuoi, ma da te non me l’aspetto”.

Tennis a fior di pelle, insomma, in una giornata segnata anche dagli insulti e dal dito medio di un’ignota tifosa a Rafa Nadal: lo spagnolo ha dovuto interrompere il gioco due volte, prima che la donna fosse portata via dalla sicurezza ed espulsa dallo stadio. “Non la conosco, e non ci tengo a farlo..”, il commento del campione. Che poi ha chiuso il suo match contro l’americano Michael Mmoh concedendo solo sette games (6-1, 6-4, 6-2)

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.