La moviola di Fiorentina-Milan

Stefano Bertocchi
·1 minuto per la lettura

Il Milan vince 3-2 a Firenze contro la Fiorentina e accorcia momentaneamente a sei punti la distanza dall'Inter capolista, anche se i nerazzurri contano una partita in meno. Quella del Franchi è stata una gara difficile per l'arbitro Guida, definito da La Gazzetta dello Sport "ancora non brillantissimo dal punto di vista fisico, dopo una serie di infortuni", anche se nonostante questo se la cava.

La moviola della rosea parte dal 9’ quando i rossoneri si portano in vantaggio: Kjaer lancia Ibrahimovic, che si libera di Pezzella con un’energica spallata e beffa Dragowski. Guida non fischia il fallo e ci può stare, è una valutazione da campo e non da Var. "Da notare che Pezzella non protesta nemmeno, ma alza il braccio per un presunto fuorigioco, che non c’è. Di certo Ibra è stato furbo, mentre il capitano della Fiorentina poco smaliziato" puntualizza il quotidiano.

Franck Ribery nel match contro il Milan | Gabriele Maltinti/Getty Images
Franck Ribery nel match contro il Milan | Gabriele Maltinti/Getty Images

L'altro episodio delicato è quello del 31’ quando Ribery cade in area rossonera, accentuando parecchio la caduta dopo un duello con Brahim Diaz: "lo spagnolo del Milan usa un po’ le braccia, ma non trattiene con le mani e il contattino tra le gambe, se c’è, pare troppo leggero per un rigore" si legge ancora. Nulla di sanzionabile neanche al 63’, sul contrasto Caceres-Diaz nell’area viola.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Milan e della Serie A.