La non cessione di Rabiot cambia i piani della Juve: da Zakaria a McKennie, cosa succede a centrocampo

Erano 20 milioni tondi tondi - più bonus - quelli che la Juventus avrebbe incassato per la cessione di Rabiot al Manchester United. Puf, svaniti nel nulla. Il francese non ha trovato l'accordo con i Red Devils per ingaggio e commissioni e così è saltato tutto. Il mancato addio dell'ex Psg costringe la Juve a rivedere i piani a centrocampo.

LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME DI CALCIOMERCATO

COSA CAMBIA - Nel mirino dei bianconeri c'è sempre Leandro Paredes, per il quale ora il Psg sta aprendo al prestito con diritto di riscatto provando a mettere in piedi una trattativa simile a quella che ha portato Wijnaldum alla Roma. Il ds Cherubini porta avanti i contatti col club francese, ma prima bisogna fare spazio lì in mezzo. Se non dovessero arrivare nuove offerte per Rabiot, il Corriere dello Sport racconta che non sarebbe più così scontata la permanenza di uno tra Zakaria e McKennie. Non sono due giocatori in uscita, ma neanche intoccabili: di fronte alla proposta giusta la società valuterà un'eventuale cessione di uno dei due centrocampisti.

VIDEO - Adrien Rabiot, ecco cosa piace allo United

GLI ALTRI - In entrata il nome più caldo al momento è quello dell'ex romanista Paredes. Da escludere, a meno di clamorosi colpi di scena, un arrivo di Milinkovic Savic dalla Lazio. Per il serbo Lotito chiede non meno di 60/65 milioni di euro, cifra al momento irraggiungibile dalla Juventus che ha deciso di fare l'investimento importante in difesa spendendo più di 40 milioni per Bremer. Nei prossimi giorni potrebbero arrivare nuovi sviluppi anche sul fronte Rovella e Fagioli. Per il primo c'è da giorni accordo totale con il Monza: sarà un prestito secco per il quale si attende solo il via libera dei bianconeri che in questi giorni stavano capendo come muoversi a centrocampo tra entate e uscite, la mancata cessione di Rabiot non dovrebbe influire sulla buona riuscita del trasferimento. Su Fagioli ci sono Cremonese e Sampdoria, Allegri lo sta valutando e dopo il recente rinnovo del contratto si va verso la permanenza.