La pagella: Zaniolo, da 8 in campo e da 4 negli atteggiamenti. Deve maturare, ma gli insulti non sono accettabili

·1 minuto per la lettura

Contro la Lazio Zaniolo ha giocato probabilmente la sua prima grande partita da quando è tornato dopo gli infortuni. Ha messo in grande difficoltà gli avversari, ha subito un fallo da rigore, ha colpito un palo e ha sfiorato il gol. Una gara devastante, da campione vero. Nello stesso tempo però il gesto all'uscita dal campo è stato brutto, inqualificabile. Deve crescere, deve imparare a sopportare anche se non è normale e non è giusto che un giocatore venga insultato per tutta la partita solamente in quanto tale. Però un campione deve saper non farsi prendere dal nervosismo. È questo l'ultimo salto di qualità che deve fare.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli