La provocazione di Conte, 'Qualcuno voleva il trequartista': Eriksen non va, Inter troppo offensiva. Ma gli altri...

Alessandro Di Gioia
·2 minuto per la lettura

"Equilibrio? Certo che serve in campo, sempre. Proponevamo due esterni di centrocampo come Perisic e Hakimi che non hanno fase difensiva, la propulsione c'era. Poi se qualcuno vuole anche il trequartista e storce la bocca…": è passata quasi inosservata, nel marasma finale, la frecciata rivolta da Antonio Conte, alla fine del derby perso contro il Milan, a qualche tifoso dell'Inter, ma non solo, che aveva invocato a gran voce l'utilizzo del trequartista danese alle spalle delle punte, al posto di uno tra Vidal, Brozovic e Barella

IL DUBBIO - Tifosi ma non solo, anche dirigenti e superiori: l'Inter vista nella stracittadina, con due terzini nella difesa a 3 e due esterni d'attacco sulle fasce, non è assolutamente in grado di reggere la presenza di una mezzapunta. L'equilibrio già è precario, con Eriksen sarebbe inesistente: e allora "chi ha orecchie per intendere intenda", al momento i nerazzurri non possono sopportare il fatto che ci sia un calciatore a ispirare le punte. Il dubbio fondamentale, da rivolgere all'allenatore salentino, è uno: perché se l'Inter, come giustamente afferma, non può giocare con il trequartista, ci gioca lo stesso ma non con un interprete di ruolo. bensì con una mezzala adattata?

UN FAVORE A ERIKSEN, SENZA ERIKSEN: UN CONTE TREQUARTISTA? . Il passaggio dal più puro 3-5-2 al 3-4-1-2 di novella ispirazione è stato concepito per favorire Eriksen, ma poi Eriksen non viene schierato: in quel ruolo sono stati provati sia Stefano Sensi, senza dubbio il migliore a ricoprirlo seppur non completamente adatto, e Niccolò Barella, dato che Conte preferisce tenere Vidal sulla mediana perché non si fida totalmente di Brozovic. Ma Conte avrebbe mai fatto giocare Conte trequartista? Probabilmente sì, viste le ultime scelte: Conte sarebbe stato un buon trequartista per la Juve di Lippi?.

RIPICCA O SCELTA TATTICA? - La provocazione appare dunque retorica: "Qualcuno vuole il trequartista, e io allora metto un centrocampista sulla trequarti". Chiamare con un nome diverso la stessa cosa, per ripicca o per scelta tattica? Quel che è certo è che Eriksen appare sempre più lontano da Appiano Gentile, la squadra con lui sarebbe troppo offensiva. Ma gli altri, in questo momento, non sono la soluzione.

@AleDigio89