La risposta di Prandelli: "Scritte tante nefandezze sulle mie dimissioni"

Omar Abo Arab
·1 minuto per la lettura

Con le sue dimissioni improvvise (forse non troppo a giudicare dalla lettera che ha scritto in seguito) dal ruolo di allenatore della Fiorentina, Cesare Prandelli ha scosso il mondo del calcio. Non le malelingue, però, a giudicare dalle parole del tecnico di Orzinuovi rilasciate all'Ansa dopo le voci circolate sul suo conto.

Cesare Prandelli | Francesco Pecoraro/Getty Images
Cesare Prandelli | Francesco Pecoraro/Getty Images

"Sono passati pochi giorni da una mia decisione sofferta, molto dolorosa, e mi accorgo che probabilmente qualcuno non ha capito il vero senso del mio gesto - le parole di Prandelli riportate dalla Gazzetta dello Sport -. Sicuramente una minoranza, ma non per questo meno importante, sta riempiendo i canali social di nefandezze, ricostruzioni inventate di fatti mai esistiti".

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Una reazione, quella di Prandelli, scatenata dai gossip che circolano a Firenze: "Bisognerebbe stigmatizzare e non dare risalto alla pochezza di spirito dei cosiddetti 'odiatori da tastiera', ma c'è un limite e questo limite è stato oltrepassato. Lo devo alla mia famiglia, al club ma soprattutto ai miei calciatori che mai, dico mai, mi hanno mancato di rispetto o hanno avuto comportamenti offensivi nei miei confronti. Mi appello alla responsabilità di tutti, credete alle verità e non correte dietro a fenomeni senza moralità ed etica del vivere civile".

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A.