La rivoluzione del Milan coinvolge anche la fascia da Capitano: in pole un rossonero se parte Romagnoli

·1 minuto per la lettura

L'avventura di Alessio Romagnoli con la maglia del Milan potrebbe essere giunta al capolinea. Il difensore classe '95, vittima di alcuni infortuni, è stato relegato in panchina dall'arrivo di Fikayo Tomori a gennaio e non è stato in grado di sovvertire nuovamente le gerarchie del tecnico Stefano Pioli. Ad aggravare la posizione dell'ex Sampdoria è il contratto in scadenza a giugno 2022, che obbliga la dirigenza a due soluzioni: rinnovo di almeno un anno (ampia la divergenza sulle cifre) oppure cessione in estate per ricavare un consistente tesoretto di circa 15 milioni di euro. Il suo addio garantirebbe, inoltre, il passaggio della fascia di capitano a Franck Kessié.

Franck Kessie, Davide Calabria | Marco Luzzani/Getty Images
Franck Kessie, Davide Calabria | Marco Luzzani/Getty Images

Il centrocampista ivoriano si è rivelata l'arma in più di un Milan da Champions League grazie a gol, assist e tanta sostanza in mediana. È lui il prescelto a raccogliere l'eredità di Romagnoli, qualunque sarà il futuro del numero 13 rossonero. Come riportato dall'edizione odierna della Gazzetta dello Sport, Kessié sarebbe il favorito rispetto a Simon Kjaer e Davide Calabria.

Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di mercato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli