La Roma punta Musso: soldi e due contropartite per convincere l'Udinese

Alessio Eremita
·1 minuto per la lettura

La Roma riparte da Juan Musso. È l'argentino classe '94 il prescelto a difendere i pali giallorossi nel corso della prossima stagione, dopo la bocciatura di Pau Lopez. La decisione è stata presa dall'area tecnica e approvata dalla famiglia Friedkin, che però ha imposto un tetto economico per l'operazione. I giallorossi hanno già formulato una prima offerta per convincere l'Udinese a cedere Musso: 20 milioni di euro in parte fissa più l'inserimento nella trattativa di Amadou Diawara e Carles Perez, contropartite che, secondo La Gazzetta dello Sport, sarebbero gradite al club friulano e all'allenatore Luca Gotti.

Juan Musso | Claudio Villa./Getty Images
Juan Musso | Claudio Villa./Getty Images

Le alternative a Musso sarebbero Pierluigi Gollini, in bilico tra addio e permanenza all'Atalanta, e Marco Silvestri del Verona. L'obiettivo del general manager Tiago Pinto è quello di sfoltire la rosa e abbassare il monte-ingaggi del club. Sulla lista dei desideri figura, inoltre, il nome di Maarten Vandervoordt, classe 2002, del Genk.

Per due portieri che entrano, altrettanti dovranno uscire. Oltre a Pau Lopez sarà necessario risolvere la situazione relativa ad Antonio Mirante, che potrebbe non rinnovare il contratto, e Robin Olsen, che ha manifestato la propria volontà di lasciare l'Everton a seguito della rapina subita nella propria abitazione.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Roma e della Serie A.