La Roma ha risarcito Petrachi, ma il ricorso può cambiare tutto: la situazione

·1 minuto per la lettura

La storia tra Gianluca Petrachi e la Roma, o meglio il braccio di ferro in Tribunale intrapreso dall'ex direttore sportivo giallorosso, non ha ancora visto scritta la sua parola fine. Neanche dopo la sentenza che ha condannato il club capitolino a risarcire Petrachi con 5 milioni di euro dopo il ricorso per licenziamento senza giusta causa.

Ryan e Dan Friedkin | Paolo Bruno/Getty Images
Ryan e Dan Friedkin | Paolo Bruno/Getty Images

Secondo quanto riportato dall'edizione odierna de Il Tempo, infatti, negli scorsi la Roma ha depositato l'appello contro la decisione del Giudice del Tribunale del lavoro, che aveva intimato al club di pagare a Petrachi tutte le retribuzioni spettanti da contratto fino al 30 giugno 2022 (data della regolare scadenza), oltre a 100 mila euro a titolo di danno d'immagine. Il club giallorosso ha adempiuto ai pagamenti verso l'ex diess nei giorni passati, ma dopo l'appello presentato presso la Corte d'Appello di Roma è fiduciosa di poter vedere ribaltata la sentenza.

Petrachi venne licenziato nell'estate 2020 dopo una prima sospensione risalente al 18 giugno, quando ancora la Roma era nelle mani di James Pallotta (e non in quelle attuali di Dan e Ryan Friedkin) a causa degli atteggiamenti dell'ex direttore poco graditi al club, oltre ai famosi sms inviati all'allora presidente giallorosso.

Segui 90min su Instagram.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli