La Salernitana sogna con Ederson: l'ultima intuizione di Sabatini è l'arma in più per salvezza. E un jolly sul mercato

"I tre in mezzo al campo sono tre talenti che avranno un grandissimo futuro". Così Simone Verdi incensava i mediani della Salernitana dopo il pareggio di Bergamo, perché se il trequartista di proprietà del Torino si è preso spesso la luce dei riflettori con Bonazzoli e Djuric, l'asse Coulibaly-Bohinen-Ederson è diventato uno dei punti di forza della squadra di Nicola. E in particolare, Éderson José dos Santos Lourenço è diventato la vera arma in più nella lotta salvezza. Contro l'Atalanta è arrivato il secondo gol per l'ex Corinthians, non ha portato i tre punti come il primo di Genova (contro la Sampdoria) ma risulta comunque una rete pesantissima perché ha permesso alla società campana di portarsi a tiro del Cagliari, solo due punti di distanza per uscire dalla zona retrocessione come mai accaduto dall'inizio della stagione. Due marcature dal valore assoluto, così come l'assist per il gol vittoria di Verdi a Udine: sette dei dieci punti conquistati nell'ultimo filotto portano la firma o co-firma di Ederson.

COMPLETO - Perché il classe '99 è questo, un pacchetto completo capace di abbinare qualità negli ultimi trenta metri a un lavoro di interdizione e pressione costante in fase di non possesso. L'arrivo in Italia era stato accompagnato da un paragone importante, quello con l'ex Barcellona e Tottenham Paulinho che con Ederson condivide il trascorso al Corinthians: un parallelo che il tempo ha confermato corretto, al quale si può aggiungere anche un più 'nostrano' Fabio Simplicio nei primi passi mossi tra Parma e Palermo. I confronti fanno solo da contorno, la certezza è che si tratta di un'altra, l'ennesima intuizione di Walter Sabatini, che conferma tutta la propria conoscenza del mercato e la competenza soprattutto su quello sudamericano. Salerno si gode il gioiello brasiliano, destinato a diventare un patrimonio del club anche sul mercato. Le sue prestazioni non sono passate inosservate e se le big italiane al momento osservano, non sono da meno quelle straniere: le ultime settimane sono state caratterizzate dalle voci sul Paris Saint-Germain, che non sarebbe nuovo a colpi marchiati Sabatini (Marquinhos e Pastore). Ma a quale prezzo? Presto per stabilirlo, molto dipenderà anche dalle sorti della Salernitana in campionato, ma il presidente Danilo Iervolino ha fatto capire chiaramente che l'intenzione, eventualmente, è di monetizzare al massimo: "E’ un grande patrimonio, non ho ancora pensato alla valutazione, ma credo almeno 30-35 milioni considerando età, ruolo, qualità nelle due fasi - ha detto a La Gazzetta dello Sport -. Può diventare un campione eccezionale, il migliore nel suo ruolo. So che qualche telefonata a Sabatini è già arrivata, ma per adesso non ne parliamo: prima la salvezza e poi il mercato". Prima il campo, poi il mercato: i riflettori sono tutti per Ederson.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli