La Serbia aspetta l'Italia con i suoi fuoriclasse

Igor Kokoskov, coach della nazionale serba appena insediatosi al posto di Sasha Djordjevic, avrà nel preolimpico il suo primo incarico ufficiale di rilievo dopo l'esperienza sulla panchina dei Phoenix Suns.

"Rispettiamo tutti i nostri avversari che arriveranno al preolimpico di Belgrado, ma non ci spaventano - dice -. Non dobbiamo essere ingenui e sottovalutare nessuno. L’approccio per ogni partita sarà il migliore possibile, perché il sistema di eliminazione prevede che se hai una brutta giornata, una brutta partita, puoi pagarla a caro prezzo. Abbiamo affrontato alcune di queste squadre nell’ultima estate e abbiamo avuto buoni risultati, ma il focus deve essere su di noi. La nostra preparazione per la prossima estate dipende da noi. Spero che i nostri giocatori staranno bene, che vivano stagioni di livello con i loro club, e poi ci raduneremo con il meglio che il basket serbo possa offrire e cercheremo di rispettare le aspettative dei nostri tifosi, ovvero di qualificarci per i Giochi Olimpici di Tokyo".

In collaborazione con basketissimo.com

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...