Juventus-Milan a porte aperte, ma non per i tifosi di Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna

Goal.com
La gara di Coppa Italia sarà disputata regolarmente allo Stadium, ma senza i residenti di tre regioni e le province di Savona e Pesaro e Urbino.
La gara di Coppa Italia sarà disputata regolarmente allo Stadium, ma senza i residenti di tre regioni e le province di Savona e Pesaro e Urbino.

Juventus-Inter, insieme a Milan-Genoa e altre tre gare di Serie A sono state rinviate ufficialmente al 13 maggio. Per evitare danni economici e d'immagine, la Lega ha optato per posticipare le gare di diversi mesi: sopratutto vista l'importanza mondiale del Derby d'Italia, che sarebbe stata vista da milioni di persone in ogni paese del globo.

Non sembra però a rischio Juventus-Milan di Coppa Italia, gara valida per le semifinali di ritorno: dopo l'1-1 dell'andata, si giocherà allo Stadium per guadagnare la finale, tra l'altro posticipata al 20 maggio in seguito al rinvio del Derby d'Italia.

La proposta del governo per Juventus-Milan è far si che si giochi mercoledì sera regolarmente a porte aperte, ma con i soli residenti a Torino: i tifosi delle altre regioni e delle altre provincie piemonetsi non potranno accedere al big match di Coppa Italia a causa dell'emergenza coronavirus.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Secondo quanto riportato invece dall’ANSA, la sfida dovrebbe giocarsi a porte aperte con il possibile divieto di accesso allo Stadium imposto ai tifosi provenienti da Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, ovvero le regioni che al momento stanno vivendo le situazioni più critiche.

Nessuna decisione è stata di fatto ufficializzata, anche se davanti ad una conferma tutto potrebbe cambiare fino all'ultimo secondo: la decisione di posticipare Juventus-Inter è arrivata del resto a poco più di 24 ore dallo svolgimento della stessa, inizialmente prevista a porte chiuse allo Stadium.

La vincente tra Juventus e Milan affronterà come noto la squadra che riuscirà a prevalere nel match tra Inter e Napoli: la finale si svolgerà il 20 maggio, visto che il 13, prima data scelta, sarà quella dei recuperi del 26esimo turno di Serie A, dal Derby d'Italia alle sfide di Udine, Parma, Milano e Sassuolo.

 

 

 

Potrebbe interessarti anche...