La statua di Ibrahimovic ancora vandalizzata: stavolta tagliato via il naso

Dopo essere entrato nell'Hammarby come investitore, Ibrahimovic è diventato nemico pubblico numero uno per i tifosi della sua Malmö.
Dopo essere entrato nell'Hammarby come investitore, Ibrahimovic è diventato nemico pubblico numero uno per i tifosi della sua Malmö.

Nuovo raid vandalico alla statua di Zlatan Ibrahimovic in quel di Malmö. Dopo il fuoco appiccato qualche settimana fa, stavolta all'Ibra di metallo è stato tagliato via il naso. Nella notte tra sabato e domenica l'attacco dei tifosi di casa, che non perdonano all'ex idolo quanto fatto in autunno.


Come noto, infatti, Ibrahimovic ha acquistato il 50% delle quote di AEG Svezia, holding che detiene una parte dell’Hammarby. Proveniente dal Stoccoma, tale club è rivale dei tifosi del Malmö. Ragion per cui, l'entusiasmo per la statua di Ibra si è trasformato in odio.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

La statua è continuamente colpita da attacchi da parte di fans arrabbiati, che sono arrivati a tagliare le caviglie dell'opera ed amputare un mignolo della stessa. In più la testa, qualche giorno fa, è stata coperta da un sacco della spazzatura, con una tavola da WC posizionata nel braccio destro.

L'opera, voluta dalla federazione svedese a inizio ottobre, è stata lavata a getto dagli operai nel tentativo di rimuovere detriti e sporco da essa: ma oltre agli ovvi problemi derivanti dalla natura, a mettere in pericolo la recentissima statua anche gli atti vandalici, continui, dei tifosi.

Quest'ultimi sono arrivati a danneggiare anche la casa di Ibrahimovic a Stoccolma, scrivendo con lo spray una sola e chiara parola sulla porta: "Giuda".

Dopo aver lasciato il Los Angeles Galaxy, intanto, continuano i dubbi relativamenta al suo futuro: l'ipotesi Milan sembra allontanarsi, con quella del ritiro che continua a crescere ogni giorno di più. Nonostante diverse possibilità in giro per l'Europa, non solo dalla Serie A.

Potrebbe interessarti anche...