La strategia della Roma per gli sponsor, in attesa di Toyota

Omar Abo Arab
·1 minuto per la lettura

Non solo obiettivi di mercato per la Roma, che ragiona anche sulla questione degli sponsor di maglia. Al momento sono Qatar Airways - principale - e Hyundai (backsponsor), che però hanno il contratto con il club giallorosso in scadenza il prossimo giugno.

Ryan e Dan Friedkin | Silvia Lore/Getty Images
Ryan e Dan Friedkin | Silvia Lore/Getty Images

Secondo quanto rivelato dall'edizione odierna del Corriere dello Sport i contatti tra il club giallorosso e il vettore aereo stanno proseguendo con l'obiettivo di rinnovare, anche se a cifre inferiori (e su questo ha inciso pesantemente la crisi scatenata dal Coronavirus) rispetto a quelle attuali che vedono un compenso da 39 milioni di euro in tre anni. Con Qatar Airways si sta lavorando ad una parte fissa più bassa, a cui si aggiungono una serie di bonus e malus legate al rendimento sportivo. Nel frattempo due importanti aziende si sono "affacciate" dalle parti di Trigoria sondando il terreno. Ma senza certezze, al momento, la Roma sarebbe anche pronta a giocare una stagione con la maglia "pulita", cioè senza sponsor, se dovessero arrivare offerte non ritenute soddisfacenti.

L'obiettivo reale del club giallorosso, però, è quello di rinnovare fino al 2023 con Qatar Airways, per poi accogliere Toyota, azienda in cui opera il presidente Dan Friedkin, e che potrebbe anche entrare nei discorsi di naming rights del prossimo nuovo stadio della Roma. Con Hyundai, invece, filtra più ottimismo rispetto agli ultimi tempi, anche se chiaramente può durare solo fino al possibile avvento dell'altra casa automobilistica.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Roma e della Serie A.