La supersfida di Juventus-Lazio: Cristiano Ronaldo contro Ciro Immobile

Andrea Gigante
·4 minuto per la lettura

Le nostre attenzioni sono rivolte al prossimo turno di Serie A. In particolare, nella 26ª giornata di campionato spicca il big match di questa sera tra Juventus e Lazio. I bianconeri sono decisi a legittimare il terzo posto e allo stesso tempo inseguire le milanesi in vetta alla classifica. D'altra parte, la Lazio ha ancora l'obiettivo di riconfermarsi in Europa; tuttavia, per farlo deve cercare di far punti all'Allianz Stadium.

Quella di oggi non è solo la sfida tra due big del nostro campionato, ma anche il confronto indiretto tra Cristiano Ronaldo e Ciro Immobile: due giocatori che hanno dominato la classifica cannonieri delle ultime stagioni. Si tratta di attaccanti diversi sotto molti aspetti, ma accomunati dallo stesso obiettivo, il gol. Il portoghese ha dimostrato di poter segnare in qualsiasi contesto, fosse Premier, Liga, Champions e Serie A; in carriera ha siglato 767 reti diventando insieme a Pelé il più grande marcatore della storia del calcio (anche se O'Rey è geloso del proprio titolo).

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Diversamente dall'asso della Juventus, Immobile ha dimostrato nel corso della propria vita calcistica di dare il meglio di sé principalmente nel campionato nostrano. Sicuramente a Dortmund e Siviglia il bomber di Torre Annunziata non è stato il giocatore devastante che abbiamo visto nella sua prima esperienza al Torino, ma qui in Italia Immobile ha dimostrato di essere uno dei migliori attaccanti d'Europa, sottraendo la Scarpa d'Oro a Lewandowski nella scorsa stagione.

L'obiettivo di questo articolo è quindi quello di approfondire i giocatori in questione. Ci apprestiamo infatti a vivisezionare (metaforicamente) CR7 e Immobile, analizzandone pregi e difetti. Per farlo, ci serviremo delle categorie di Tiro, Dribbling, Senso del Gol, Importanza per la squadra e Leadership.

N.B. I voti vengono assegnati sulle qualità attuali dei giocatori.

Tiro

Ronaldo 9 - Il portoghese riesce a calciare in qualsiasi maniera. Nella sua carriera ha fatto vedere al mondo intero quanto non importasse se di destro, sinistro o di testa, lui riusciva a fare gol comunque. Non prende 10 solo perché a quanto pare ha un piccolo problema/ossessione per i calci di punizione.

Immobile 7.5 - L'attaccante azzurro ha uno spettro limitato di tiri che gli riescono. Se in area di rigore è micidiale con entrambi i piedi e di testa, dimostra dei limiti quando si parla di tiri da fuori o di punizioni.

Dribbling

Ronaldo 8 - In passato il gap tra lui e Immobile sarebbe stato più vasto, ma col passare degli anni, il fenomeno di Madeira non sembra più avere la forza di puntare l'uomo e saltarlo così spesso. Mirabili sono le sue skills con cui cerca di smarcarsi restando fermo sul posto.
Immobile 7.5 - L'attaccante napoletano dà il meglio di sé sulle lunghe distanze. Quando ha la possibilità di andare ad aggredire lo spazio, sono pochi i difensori capaci di stargli dietro. Prendiamo ad esempio il gol segnato in Champions quando ancora vestiva la maglia del Dortmund.

Senso del Gol

Ronaldo 8.5 - È un attaccante completo, capace di giocare sia da esterno sia da centravanti. Tuttavia, specialmente nell'ultimo campionato ha dimostrato come perfino un attaccante del suo calibro possa mangiarsi qualche gol.
Immobile 9 - L'abilità di Immobile sta anche nell'andare continuamente a pressare il difensore che porta palla. Il 17 biancoceleste è sempre pronto ad approfittare di eventuali errori, come qui nel derby.

Importanza per la squadra

Ronaldo 9 - Lo dimostrano i fatti: quando Cristiano non c'è o gioca male, la Juventus raramente vince. Soprattutto in questa stagione, le buone prestazioni del portoghese sono di vitale importanza per la buona riuscita delle partite dei bianconeri.
Immobile 8.5 - La Lazio si affida molto a Immobile, questo è ovvio. Ma quest'anno la vena realizzativa di Luis Alberto e i gol allo scadere di Caicedo, mostrano un segnale di maturità per i biancocelesti.

Leadership

Ronaldo 8 - Guardando le partite della Juventus, si ha quasi l'impressione che Ronaldo sia un corpo estraneo alla squadra. È come se per CR7 i compagni fossero solo un mezzo per arrivare al suo obiettivo, la vittoria (e possibilmente qualche gol). La sua leadership si manifesta più in termini realizzativi che caratteriali.
Immobile 8.5 - Diversamente dal suo collega, Ciro Immobile soffre per la squadra e gioca per i compagni. Per il centravanti biancoceleste, la buona riuscita di una partita passa per la prestazione collettiva, non personale; ed è per questo che, in termini di leadership, prende un voto più alto di CR7.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.