La terza vittoria consecutiva dell'Atalanta inizia a far tremare la classifica di Serie A

Chiara Gullone
·1 minuto per la lettura

L'Atalanta miete altri 3 punti e con la terza vittoria consecutiva risale al terzo posto, a pari punti con la Juventus e con il fiato sul collo del Milan che invece rallenta nella sua rincorsa allo Scudetto. Ieri, nella serata del debutto di Serse Cosmi sulla panchina del Crotone, si è vista una Dea in forma, eccentrica, che può vantare non solo idee e giocate superiori, ma anche un valore nella qualità dei singoli, in grado di dialogare tra di loro e di costruire un gioco spettacolare.

Il match è stato un crescendo di intensità e intesa, e la squadra di Gasperini ha manovrato le azioni come un unico organismo in grado di andare in progressione e concretizzare. Un partita che ha messo in luce il valore dei singoli ma che contemporaneamente ha dimostrato come l'Atalanta sia una squadra che funziona proprio per la sua capacità di realizzare un lavoro collettivo, in cui ogni ingranaggio coopera per sostenere l'azione. Il punto debole della squadra di Bergamo è la continuità, che spesso manca ma che è l'unico ostacolo dell'ottimo lavoro della Dea, che altrimenti sarebbe infallibile. Con giocatori come Ilicic e Gosens, ma anche Muriel, la squadra trova sempre spunti per rendersi pericolosa.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.