La Top 20 degli Azzurri con più presenze in Nazionale

Francesco Giagnorio
·9 minuto per la lettura

Giocare per la propria nazionale è un obiettivo che ogni calciatore che si rispetti si pone, se poi si parla di una nazionale di livello questo traguardo è ancor più importante. Di seguito i 20 calciatori con più presenze con la maglia della nazionale italiana, a partire da quello con meno presenze sino al più presente di sempre. Non mancano in questa lista calciatori che hanno fatto la storia, che hanno fatto sognare ed innamorare generazioni di italiani, vincendo tanto e anche portandosi a casa cocenti delusioni. Se oggi noi italiani amiamo il calcio e siamo fieri dei successi della nostra nazionale, gran parte del merito lo dobbiamo a loro, buona lettura!

20. Gennaro Gattuso (73 presenze)

Gennaro Gattuso | GIULIO NAPOLITANO/Getty Images
Gennaro Gattuso | GIULIO NAPOLITANO/Getty Images

Inamovibile nel centrocampo titolare del Mondiale 2006, Gennaro Gattuso, oggi allenatore del Napoli, condivide questo primato anche con Antognoni. Dieci anni di azzurro per lui, dal 2000 al 2010 in cui ha collezionato anche una rete e preso parte a tutte le competizioni internazionali giocate dagli Azzurri. Ha anche indossato la fascia di capitano per una gara nel 2009.

19. Antonio Cabrini (73 presenze)

Antonio Cabrini | Paolo Bruno/Getty Images
Antonio Cabrini | Paolo Bruno/Getty Images

Allenatore per diversi anni delle selezioni azzurre femminili, anche Antonio Cabrini è nella top 20 degli Azzurri con più presenze. 9 anni di nazionale per lui, dal 1978 al 1987. Curioso come l'esordio di Cabrini sia arrivato direttamente nel Mondiale 1978, senza che lui avesse mai giocato prima con la maglia azzurra. Da lì 73 presenze e 9 reti, record di marcature per i difensori in nazionale, con la scelta di smettere con la nazionale ad appena 30 anni e dopo aver indossato la fascia di capitano per ben 10 occasioni.

18. Andrea Barzagli (73 presenze)

Andrea Barzagli | Claudio Villa/Getty Images
Andrea Barzagli | Claudio Villa/Getty Images

Campione del mondo 2006, vanta anche lui 73 presenze come i colleghi sopra citati. 13 anni di azzurro, dal 2004 al 2017 terminati nel modo più triste possibile, con la mancata qualificazione ai mondiali 2018. Di fatto la sua ultima presenza risale proprio alla partita di ritorno dei playoff contro la Svezia. Con i suoi compagni di squadra e reparto Bonucci e Chiellini (entrambi presenti in questa classifica, più avanti) ha costituito il famoso terzetto della ''BBC'' ricordato per le prestazioni eccellenti sia a livello di club che di nazionale, ha giocato tutte le partite sia del Mondiale 2014 che di Euro 2016, segnando anche uno degli sfortunati rigori persi contro la Germania.

17. Alessandro Nesta (78 presenze)

Alessandro Nesta | PATRIK STOLLARZ/Getty Images
Alessandro Nesta | PATRIK STOLLARZ/Getty Images

Senza dubbio uno dei migliori difensori della sua generazione, dieci anni tinti d'azzurro in cui ha anche indossato la fascia da capitano per tre occasioni. Anni molto sfortunati però per Nesta: ha infatti preso parte a tre Mondiali, senza mai giocare l'eliminazione diretta. Sicuramente lui è stato molto sfortunato, ma chissà cosa sarebbe successo se avesse giocato tutto il Mondiale 2006 senza che Materazzi prendesse il suo posto...

16. Gaetano Scirea (78 presenze)

Gaetano Scirea | Alessandro Sabattini/Getty Images
Gaetano Scirea | Alessandro Sabattini/Getty Images

Compianto difensore che scrisse la storia della Juventus e della nazionale, vincitore di tutto a livello di club, Campione del Mondo 1982 e capitano ai Mondiali 1986 (sua ultima apparizione con la maglia azzurra), Gaetano Scirea vanta 78 presenze e 2 reti in nazionale. Assieme ai suoi compagni di squadra e reparto Zoff e Cabrini (anche loro presenti in questa classifica) è ricordato oltre che per i successi anche per la correttezza in campo.

15. Demetrio Albertini (79 presenze)

Demetrio Albertini | Shaun Botterill/Getty Images
Demetrio Albertini | Shaun Botterill/Getty Images

Considerato uno dei migliori centrocampisti italiani della sua generazione, Albertini anche dopo il ritiro rimase in orbita nazionale fino a qualche anno fa. Sul campo 11 anni di nazionale, dove ha indossato anche la fascia di capitano per 6 occasioni ed ha segnato 3 gol, prendendo parte ai mondiali del 94' e del 98'. Doveva giocare anche i Mondiali 2002, ma un infortunio mise fine prematuramente alla sua carriera azzurra.

14. Giuseppe Bergomi (81 presenze)

Bergomi in marcatura su Trezeguet | OMAR TORRES/Getty Images
Bergomi in marcatura su Trezeguet | OMAR TORRES/Getty Images

Storico capitano dell'Inter, Giuseppe Bergomi esordì giovanissimo in nazionale, diventando Campione del Mondo nel 1982, da protagonista. E' anche l'italiano più giovane a vincere un Mondiale. Successivamente prenderà parte anche ai Mondiali 1986 per poi diventare capitano della nazionale nel 1987 e restarci fino al 1991 segnando anche 6 gol in questo arco di tempo, partecipando ai Mondiali di Italia 90'. Bergomi sarà poi assente dalla nazionale per diversi anni, tornando per i Mondiali del 1998, dove giocò la sua ultima partita in azzurro.

13. Franco Baresi (81 presenze)

Franco Baresi | Simon Bruty/Getty Images
Franco Baresi | Simon Bruty/Getty Images

Uno dei migliori difensori di sempre, anche lui ha vinto tutto con il Milan ed è stato Campione del Mondo 1982 con la nazionale. 12 anni di azzurro, con una rete e 31 partite con la fascia di capitano al braccio. Divenuto celebre il suo recupero record nel Mondiale 1994, infortunatosi al menisco tornò in campo 25 giorni dopo per la finale contro il Brasile, dove sbagliò il suo rigore stremato dalla fatica, scoppiando in lacrime successivamente.

12. Marco Tardelli (81 presenze)

Tardelli esulta nella finale dei mondiali 82' | Getty Images/Getty Images
Tardelli esulta nella finale dei mondiali 82' | Getty Images/Getty Images

Nato da terzino, successivamente spostato nel centrocampo dove diventerà una mezzala molto completa, Tardelli in nazionale fu capitano per 9 occasioni, conquistando il Mondiale del 1982 segnando anche un gol in finale. Nei suoi 9 anni in azzurro dal 1976 al 1985 prenderà parte anche al Mondiale 1978 e agli Europei 1980, giocando tutte le partite.

11. Alessandro Del Piero (91 presenze)

Del Piero esulta dopo il gol in semifinale del mondiale 2006 | Alex Livesey/Getty Images
Del Piero esulta dopo il gol in semifinale del mondiale 2006 | Alex Livesey/Getty Images

13 anni in azzurro conditi oltre che dalle presenze anche da 27 gol, il quarto di miglior marcatore di sempre al pari di Roberto Baggio. Storico capitano della Juve con cui ha vinto tutto, con la nazionale ha vinto il Mondiale 2006, segnando il gol del definitivo 2-0 contro la Germania in semifinale, oltre a uno dei rigori della finale. Indosserà la fascia di capitano in 8 occasioni, dando l'addio alla nazionale nel 2008.

10. Giacinto Facchetti (94 presenze)

Facchetti ai mondiali 1970 contro il Brasile | STAFF/Getty Images
Facchetti ai mondiali 1970 contro il Brasile | STAFF/Getty Images

Storico difensore dell'Inter, Facchetti fu il capitano della nazionale che vinse l'unico europeo della sua storia, quello del 1968. 14 anni di nazionale italiana, 11 da capitano, 94 presenze di cui 68 da capitano e 3 gol fanno di lui il capitano più longevo della storia oltre che l'unico ad aver preso parte a due mondiali da capitano.

9. Gianluca Zambrotta (98 presenze)

Gianluca Zambrotta | Giuseppe Bellini/Getty Images
Gianluca Zambrotta | Giuseppe Bellini/Getty Images

Campione del Mondo 2006, ha partecipato a tre edizioni dei Mondiali e altrettante degli Europei (di cui giocò tutte le partite), conta in maglia azzurra 98 presenze, due da capitano, e due reti. Punto fermo della nazionale che vinse il Mondiale, trovò anche un gran gol nei quarti contro l'Ucraina. Giocò la sua ultima partita nel 2010, dopo 11 anni di nazionale, visto l'esordio nel 1999.

8. Leonardo Bonucci (100 presenze)

Leonardo Bonucci | Quality Sport Images/Getty Images
Leonardo Bonucci | Quality Sport Images/Getty Images

Assieme al suo compagno di squadra e di reparto Chiellini, è ancora in attività e uno dei pochi a toccare il traguardo delle 100 presenze. Punto fermo della già citata BBC, in 11 anni di nazionale ha indossato per 14 volte la fascia di capitano e segnato anche 7 reti. Ha preso parte a EURO 2012 e 2016 giocando tutte le partite, così come nel Mondiale 2014. Essendo ancora in attività, sicuramente il numero delle presenze aumenterà, salendo probabilmente in questa speciale classifica.

7. Giorgio Chiellini (106 presenze)

Giorgio Chiellini | Claudio Villa/Getty Images
Giorgio Chiellini | Claudio Villa/Getty Images

Attuale capitano della nazionale, ha esordito in nazionale nel 2004. Terzo perno della BBC, ha giocato tutti gli europei dal 2008 al 2016, nel mezzo il Mondiale 2014, 8 gol e 12 partite da capitano, con una storia ancora da scrivere in vista degli Europei di questa estate e il Mondiale dell'anno prossimo.

6. Dino Zoff (112 presenze)

Dino Zoff | Getty Images/Getty Images
Dino Zoff | Getty Images/Getty Images

Storico portiere della nazionale, con cui ha vinto il Mondiale 1982 e gli Europei 1968, successivamente ne è diventato anche CT dal 1998 al 2000. 15 anni di nazionale, con 59 partite da capitano è uno dei portieri più importanti della storia azzurra, nonché il secondo portiere con più presenze.

5. Andrea Pirlo (116 presenze)

Andrea Pirlo | Catherine Ivill - AMA/Getty Images
Andrea Pirlo | Catherine Ivill - AMA/Getty Images

L'attuale tecnico della Juve, nonché uno dei migliori centrocampisti della storia azzurra ha giocato per 116 volte con la maglia azzurra in 13 anni, segnando 13 reti, tra cui la prima della nazionale nel Mondiale 2006, che lui ha vinto da protagonista ed ha indossato la fascia di capitano per otto volte, prendendo parte anche a EURO 2012 e 2016 e al Mondiale 2014, dove fu capitano nel match inaugurale.

4. Daniele De Rossi (117 presenze)

Daniele De Rossi | MARCO BERTORELLO/Getty Images
Daniele De Rossi | MARCO BERTORELLO/Getty Images

Recentemente entrato nello staff di Roberto Mancini, fu campione del mondo 2006 da protagonista. Ha segnato anche 21 reti in nazionale ed è il giocatore della Roma con più presenze in nazionale. Oltre che al Mondiale 2006, ha preso parte ai due successivi e anche agli Europei dal 2008 al 2016, infortunandosi negli ottavi di questi ultimi. Come Barzagli, anche lui lascerà la nazionale dopo la mancata qualificazione ai Mondiali 2018, dopo 13 anni di azzurro.

3. Paolo Maldini (126 presenze)

Paolo Maldini | Mark Thompson/Getty Images
Paolo Maldini | Mark Thompson/Getty Images

Leggenda del Milan e del calcio italiano, Paolo Maldini è il terzo azzurro di sempre per presenze. Oggi dirigente del suo Milan, con cui ha vinto tutto ciò che, è stato invece sfortunato in nazionale dove ha ottenuto un terzo e un secondo posto rispettivamente ai Mondiali 90' e 94'. 74 partite da capitano, ha anche segnato 9 gol e lascia la nazionale dopo i controversi Mondiali del 2002.

2. Fabio Cannavaro (136 presenze)

Fabio Cannavaro alza la Coppa del Mondo 2006 | NICOLAS ASFOURI/Getty Images
Fabio Cannavaro alza la Coppa del Mondo 2006 | NICOLAS ASFOURI/Getty Images

Capitano dell'Italia che vinse il Mondiale 2006, Fabio Cannavaro è uno dei difensori più forti della storia azzurra. Secondo di sempre per presenze, 13 anni in azzurro con due reti e 79 partite da capitano, lascia la nazionale dopo lo sfortunato Mondiale 2010, vincendo anche il Pallone d'Oro 2006.

1. Gianluigi Buffon (176 presenze)

Gianluigi Buffon | Matthew Ashton - AMA/Getty Images
Gianluigi Buffon | Matthew Ashton - AMA/Getty Images

Non ha bisogno di presentazioni, il suo nome è già leggenda. Numero 1 della nazionale con cui ha vinto da protagonista il Mondiale 2006, 21 anni di nazionale conditi dal record di presenze, idolo di generazioni ed ancora in attività all'età di 43 anni. Ha lasciato la nazionale ufficialmente nel maggio 2018, anche se il primo ritiro era stato reso ufficiale anche per lui dopo la mancata qualificazione ai Mondiali 2018 contro la Svezia, dove scoppiò in lacrime nel post partita.