La tripletta azzurra, Curtoni: "Svolta nella mia carriera"

Adx
Askanews

Roma, 25 gen. (askanews) - Al settimo cielo le azzurre dopo la tripletta di Bansko. Elena Curtoni: "La giornata di oggi rappresenta la svolta della mia carriera: nel 2017 arrivai quarta nella classifica finale di supergigante, poi sono arrivati due infortuni importanti che mi hanno bloccato. Prima mi sono rotta l'astragalo e il malleolo della gamba sinistra in primavera, poi in autunno il legamento crociato e il menisco del ginocchio destro. E' stata dura riprendermi ma ce l'ho fatta. Dedico questa storica vittoria a tutti coloro che mi sono stati vicini, ma non ho mai perduto il sorriso, anche nei momenti di maggiore sconforto. Marta Bassino è soddisfatta: "Ho sperato fino all'ultimo di vincere questa gara, però sapevo che le condizioni di visibilità sarebbe migliorate discesa dopo discesa come venerdì, con l'arrivo del sole. Quando ho visto Shiffrin arrivarmi dietro, ho fatto un pensierino alla vittoria, sicuro di avere disputato una gara ottima". Infine Federica Brignone: "Oggi ho vissuto emozioni forti da condividere con le mie compagne, personalmente mi era già capitato altre due volte a Bad Kleinkirchheim e Aspen, per cui sono fiera di farne parte. Tuttavia il mio sentimento oggi è di un piszzico di delusione, posso dire di avere buttato via la vittoria in almeno due occasioni, con due errori che mi hanno limitato fortemente. Francamente non so come ho fatto a rimanere in piedi, pure nella zona dove è caduta Sofia ieri ho rischiato tantissimo. Queste curve si addicono tantissimo alle mie qualità, ho sfruttato quasi appieno le occasioni che mi si sono presentate, su altre piste di velocità non sarebbe successo, però dove c'è da fare valere la tecnica risìesco semrpe a difendermim bene, a prescindere dalla specialità"

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...