La Wright Motorsports porta anche Imperato e Bachler a Daytona

Francesco Corghi

In Wright Motorsports è già tutto pronto in vista del primo impegno in IMSA WeatherTech SportsCar Championship, ovvero la 24h di Daytona.

Il weekend del 23-26 gennaio la squadra di John Wright sarà in azione in Florida festeggiando il 20° anno di attività, per l'occasione schierando la sua Porsche 911 GT3 R #16 della quale ha presentato la nuova livrea nero-azzurra.

Come era già stato annunciato, Ryan Hardwick e Patrick Long sono i piloti scelti per dare l'assalto alla Classe GTD in tutta la stagione, mentre a Daytona l'equipaggio verrà completato da Anthony Imperato e Klaus Bachler, che cominceranno a lavorare coi colleghi già nei test "Roar" del 3-5 gennaio.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

"Abbiamo messo assieme una grande line-up per il 2020 - ha detto il proprietario John Wright - Sono entusiasta di avere nuovamente con noi Anthony e Klaus, sappiamo che è stato fatto un bello sforzo, ma sono una aggiunta importantissima. Nei test invernali il lavoro svolto è risultato molto produttivo e siamo pronti per la prossima stagione".

Molto motivato Imperato in quella che è la sua quinta avventura con il team: "Sono davvero entusiasta di poter correre la 24h di Daytona con la Wright Motorsports, non mi pare vero. Abbiamo un'ottima line-up e sono fiducioso di poter ottenere un bel risultato. Ringrazio tutti quelli che sono convolti e non vedo l'ora di iniziare i test Roar".

Anche il giovane austriaco Bachler porterà esperienza avendo già preso parte al FIA WEC e corso a Le Mans: "Sono motivatissimo per iniziare il 2020 a Daytona tornando nel team di John Wright. Come tanti altri, sono entusiasta di poter correre la 24h su una pista così bella e in un equipaggio fortissimo, sono impaziente di salire in macchina con Anthony, Patrick e Ryan".

Hardwick ha aggiunto: "L'equipaggio è completato, la livrea è decisa e siamo pronti per iniziare. Sono contento di quello che è stato fatto in inverno in pista e fuori, credo proprio che la colorazione sia fantastica e non vedo l'ora di essere in pista. Daremo tutto per portare la nostra Porsche al successo".

"La competizione in Classe GTD cresce di anno in anno, per cui bisogna impegnarsi al massimo per svettare - ha concluso Long - In inverno tutto hanno fatto il massimo e ora siamo pronti per tornare in azione, vedremo dove saremo in griglia. Con il Balance of Performance le gare saranno tiratissime, ci sarà pressione sul tracciato per guadagnare posizioni, ma anche ai pit-stop per studiare le strategie giuste, siamo tutti sul filo del rasoio e si possono commettere errori che si pagano o meno. C'è pressione, ma siamo prontissimi".

Potrebbe interessarti anche...