L'ag. di Kessie sul caso rinnovo: "Il Presidente via dal Milan? Solo con un colpo di Stato"

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·1 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Tra i tifosi del Milan, dopo aver perso Gianluigi Donnarumma e Hakan Calhanoglu resta ancora la preoccupazione per un altro contratto in scadenza, anche se a giugno 2022. Ed è un altro discorso "pesante", visto che si tratta di Franck Kessie, autentico trascinatore nella scorsa stagione. Anche grazie ai suoi gol (13) e alle tante grandi prestazioni il Milan è riuscito a centrare il traguardo della qualificazione in Champions League. Un ruolino per cui Kessie e il suo entourage hanno chiesto un rinnovo da 6 milioni di euro a stagione a fronte dei 2,2 più bonus guadagnati attualmente, più alto di quanto offerto dal club rossonero (4 milioni più bonus).

Kessie e Pioli | Enrico Locci/Getty Images
Kessie e Pioli | Enrico Locci/Getty Images

L'apprensione resta, anche e soprattutto in Stefano Pioli, ma le parole dell'agente di Kessie, George Atangana, rilasciate alla Gazzetta dello Sport, hanno leggermente diradato le nubi: "Solo un colpo di Stato può mandare via il Presidente dal Milan...". Dichiarazioni che certificano la disponibilità di Kessie a restare perno del centrocampo rossonero anche per le prossime stagioni e che, di fatto, passano il timone al club. La sensazione è che alla fine un accordo, con uno sforzo economico del Milan, verrà raggiunto. Del resto non si può perdere un altro giocatore importante a parametro zero.

Segui 90min su Instagram.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli