L'Antitrust apre un'istruttoria su DAZN e TIM per possibile intesa restrittiva della concorrenza

·1 minuto per la lettura

Emergono alcune importanti news in merito all'assegnazione dei diritti TV del campionato di Serie A a DAZN per i prossimi 3 anni con l'emittente che ha poi stretto un accordo con TIM per la diffusione dei match sulla sua piattaforma di streaming a pagamento.

Serie A | Alessandro Sabattini/Getty Images
Serie A | Alessandro Sabattini/Getty Images

Secondo quanto riportato dall'agenzia ANSA infatti, l'Antitrust ha avviato una istruttoria per alcune clausole dell'accordo tra DAZN e TIM per la diffusione e il supporto tecnologico relativi ai contenuti dei pacchetti 1 e 3 dei diritti per la visione dei match del campionato di Serie A per il triennio 2021-24 (pacchetti che l'emittente britannica si è aggiudicata a fronte di un'offerta di 840 milioni di euro annui per 7 partite in esclusiva e altre 3 in co-esclusiva).

L'istruttoria è volta ad accertare se esista una possibile intesa restrittiva della concorrenza per le clausole che limitano commercialmente DAZN nell'offerta di servizi televisivi a pagamento riducendo la sua capacità di proporre sconti agli utenti finali e ostacolare operatori di telecomunicazioni concorrenti e che potrebbero tradursi in ostacoli all'adozione di soluzioni tecnologiche proprie. Il procedimento è stato avviato, vedremo come si evolverà la situazione.

Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di Serie A.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli