L'appello di Basket, Volley e Pallamano: "Fateci ripartire"

Adx
·2 minuto per la lettura

Roma, 3 lug. (askanews) - La rabbia degli sport di squadra, basket e pallavolo, di fronte al perseguire dello stop delle attivit. I presidenti di Federbasket, Volley e Pallamano hanno dato vita oggi a una conferenza stampa congiunta per affrontare tutti i temi pi spinosi relativi al perdurare dello stop. "Oggi vediamo che con il distanziamento attivit in teatri e manifestazioni di vario genere si possono fare, e lo sport invece no: ci si dia una risposta plausibile. Abbiamo protocolli, sicurezza, bilanci sani. Nel basket il maggior introito da botteghino con gli abbonamenti: Bologna e Milano giocano in impianti da dieci-dodici mila posti, ci si rende conto del danno della mancanza di pubblico", l'appello del presidente della Federbasket Gianni Petrucci. Due i difensori: "Il presidente del Coni Malag ed il ministro Spadafora". Il basket pronto a far giocare il 3x3 co0n la mascherina e stabilire un percorso preferenziale per la quarantena degli americani. Stesso discorso per la Federvolley, che in attesa di capire la ripartenza della prossima stagione, si concentra sulla possibile riapertura del Beach volley: "Continuo a ripetere che sfido a pensare che il Beach volley sia uno sport di contatto pi del calcio", si domanda Bruno Cattaneo della Fipav, difendendo la scelta di sospendere i campionati gi da marzo ("La situazione di allora era tale ed era doveroso fare cos. La salute delle persone la pi importante di tutti"). "Se non si riprende l'attivit sportiva ci troveremmo davanti a un disastro". Capitolo palestre sportive. La ministra dell'Istruzione Azzolina chiamata in causa in vista della prossima stagione pallavolistica: "Quello dello sport nelle scuole un problema molto grave, drammatico, che rischia di diventare tragico. Dalla ministra non abbiamo sentito una parola sulle palestre scolastiche. Chiediamo almeno un'indicazione". "Serve una norma precisa che escluda le palestre dall'attivit non sportiva", l'appello del presidente della Fip, Gianni Petrucci, secondo il quale un provvedimento che pu salvare l'economia delle societ sportive pu essere quello del credito d'imposta: Anche la situazione della pallamano vive le stesse problematiche, dai palazzetti inutilizzabili ai protocolli ancora restrittivi per gli sport di contatto: "Ci auguriamo di ripartire da settembre - dice il presidente della Federhandball Pasquale Loria - se il governo e le autorit scientifiche ci chiederanno protocolli aggiornati sicuramente abbiamo il dovere di fornirli, abbiamo anche il tempo materiale di farlo anche gi nei prossimi 15 giorni"