L'Arabia e il Camerun per l'Argentina, i dolori di Italia e Germania: quando la sconfitta ai Mondiali diventa storia

Ci sono sconfitte che entrano di diritto nella storia. Non per un risultato rotondo, né per un gol memorabile. Semplicemente perché... nessuno avrebbe mai potuto immaginarle. Il clamoroso ko dell'Argentina all'esordio in Qatar è l'ultimo esempio. Chi alla vigilia di questi Mondiali avrebbe mai potuto pensare che l'Arabia Saudita potesse piegare, per di più in rimonta, sua maestà Messi e compagni? Eppure la storia della Coppa del Mondo è costellata di sorprese di questo genere e già in passato hanno coinvolto la Seleccion: quella di Maradona per la precisione, che da campione in carica perse all'esordio delle Notti Magiche di Italia '90 contro il Camerun, arrivando poi in finale.

I DOLORI DI ITALIA E GERMANIA - Argentina ma non solo, anche altre nazionali hanno ancora tante ferite non del tutto guarite. L'Italia per esempio, ne ha almeno tre a macchiare irrimediabilmente il proprio curriculum: nessuna batte la sconfitta con la Corea del Nord del '66, la celebre 'disfatta dei Ridolini', ma anche quelle con l'Irlanda a USA '94 e Costa Rica nel 2014 (ultimi Mondiali giocati dagli Azzurri) non scherzano. Anche la Germania ha i suoi dolori, dall'unicum intestino Est-Ovest nel '74 all'Algeria all'esordio a Spagna '82 fino all'ultima onta, l'eliminazione contro la Corea del Sud nei Mondiali di Russia 2018. Forse Messi e compagni riusciranno a lasciarsi alle spalle la delusione e a portarsi a casa soddisfazioni in questi Mondiali, sicuramente l'Arabia Saudita si godrà un risultato che a prescindere da come andrà in Qatar resterà nella storia.

Scorri la nostra GALLERY per rivedere le sconfitte più sorprendenti!