L'Atalanta fa spazio a Boga: Sheva chiama Miranchuk. E Muriel...

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·2 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Jeremie Boga
    LiveOggiDomanivs--|

L'Atalanta è pronta a ripartire da Jeremie Boga. Affare in dirittura d'arrivo, si chiude con il Sassuolo a poco meno di 25 milioni di euro tra parte fissa e bonus, con l'attaccante ivoriano atteso a Bergamo per svolgere le visite mediche di rito e firmare il contratto con gli orobici. Gasperini avrà quindi un rinforzo già chiesto da diverso tempo, ma ora i bergamaschi preparano anche le mosse in uscita per fare spazio a Boga ed evitare assembramenti in attacco: e Aleksey Miranchuk è il primo indiziato per lasciare la Dea.

SHEVA CHIAMA - Un gol e tre presenze di fila per il russo che tuttavia ha faticato parecchio a trovare spazio nella prima metà di stagione, riuscendo a mettere insieme solo 10 presenze in campionato e due scampoli di partita in Champions. Porte aperte dunque per la partenza già a gennaio del classe '95, l'Atalanta non chiude neanche a un addio a titolo definitivo ma la cifra fissata per il cartellino (circa 15 milioni di euro) rende complicato questo scenario. Più percorribile quindi una cessione in prestito e le pretendenti non mancano: c'è l'Hellas Verona, a caccia di rinforzi sulla trequarti, c'è soprattutto il Genoa che studia una mini-rivoluzione a gennaio per risalire la classifica. E in rossoblù c'è Shevchenko, grande estimatore di Miranchuk e suo primo sponsor.

E MURIEL? - Miranchuk indiziato numero uno, ma nel frattempo sono ripartiti i rumors su un possibile addio anche per Luis Muriel. Da sottolineare che la situazione del colombiano in realtà ha poco a che fare con l'arrivo di Boga, poiché Gasperini considera l'ex Udinese e Sampdoria più un'alternativa a Duvan Zapata e quindi non alternativo all'esterno in arrivo dal Sassuolo. Qui i discorsi si legano più alla volontà dello stesso Muriel, non particolarmente contento di questo dualismo e della gestione di Gasperini e aperto alla possibilità di cambiare aria. Difficile a gennaio, l'Atalanta non ha bisogno di cedere e nei suoi piani valuta anche la possibilità di prolungare il contratto dell'attaccante (ora in scadenza nel 2023), ma la situazione sarà necessariamente oggetto di discussione al più tardi al termine del campionato. Con tanti club che hanno già drizzato le antenne per monitorare la situazione: la Juventus, la Lazio a caccia di un vice Immobile, ma anche per Inter e Milan potrebbe rivelarsi un'occasione di mercato a cifre interessanti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli