L'Atalanta scopre Lookman, l'uomo delle prime volte: quando debutta non tradisce mai

Riceve palla da Malinovskyi, con una sterzata mette a terra un avversario e di piatto sinistro segna il primo gol in Serie A. Benvenuto in Italia, Lookman. C'è chi dice che per adattarsi ai metodi di Gasperini ci vuole tempo, ma Ademola non poteva trovare modo migliore per presentarsi. Il ragazzo si è inserito alla grande, e nel giorno del suo debutto ha messo la firma nella vittoria dell'Atalanta a Marassi contro la Sampdoria.

IL RUOLO - La specialità della casa è la velocità, quando parte non lo prendi più: corre, dribbla e vola sulla fascia. L'ideale per Gasperini, che può puntare su un giocatore duttile che ama partire esterno a sinistra in un tridente offensivo ma lì davanti può essere schierato ovunque. Ieri gli è bastata una mezz'ora scarsa per timbrare il cartellino in Serie A. E a dire il vero i gol sarebbero stati due, se l'arbitro non gli avesse annullato il primo per fuorigioco. Poco male.

LE PRIME VOLTE - Il gol al debutto, quel 'vizietto' di Lookman ha già fatto contenti Everton e Lipsia. La sua infatti è quasi una vera e propria regola: alla prima partita l'ha butta dentro, non c'è storia. La prima volta era successo nel novembre 2016 con la maglia del Charlton: debutto in FA Cup e tac, primo gol. Un copia e incolla anche in Premier League con l'Everton (un anno dopo) e Bundesliga con la maglia del Lipsia (2018). Forse Gasp lo sapeva, e quando l'ha fatto entrare al posto di Muriel già se la rideva sotto i baffi. L'Atalanta scopre Lookman, l'uomo delle prime volte che conferma la tradizione.