L'attacco di De Luca: "Agnelli infiltrato di De Laurentiis nella Juventus, ha fatto danni stupefacenti"

Stefano Bertocchi
·1 minuto per la lettura

"Andrea Agnelli credo sia una persona di grande valore. Come direbbe Cervantes 'È andato per fare lana ed è tornato tosato'. Mi convinco sempre di più che sia un infiltrato di De Laurentiis nella Juventus, ha fatto danni stupefacenti, anche con Pirlo, un genio del pallone e un allenatore prematuro. I due messi insieme spingono a gesti di autotutela". La frecciata è del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, intervenuto durante il programma in onda sulle reti Rai 'Che tempo che fa' e tornato a pungere il numero uno della Juventus, nell'ultimo periodo costantemente al centro delle critiche dopo il fallimento del progetto Superlega: "Cosa ne penso? Mi può leggere sul volto l'angoscia".

Andrea Agnelli | MARCO BERTORELLO/Getty Images
Andrea Agnelli | MARCO BERTORELLO/Getty Images

Le pungenti dichiarazioni di De Luca seguono quelle rilasciate poco più di 48 ore prima in diretta Facebook, con le quali aveva ironicamente paragonato la Super League alla Fiat Duna: "C'era una vecchia macchina prodotta dalla Fiat, la Duna se non sbaglio. Era la macchina più brutta del mondo. Questa iniziativa della lega per ricchi è l'equivalente sportivo della Duna. Andrea Agnelli? Difficile immaginare un dirigente sportivo capace di produrre un tale disastro e un atto di totale masochismo per la società che dirige".

Segui 90min su Facebook.