L'attaco del tecnico biancoceleste.

·1 minuto per la lettura
Lazio Sarri covid pericoloso
Lazio Sarri covid pericoloso

Anche la Seria A risente dell’emergenza covid in Italia, con molte partite dell’ultimo turno che sono state rinviate proprio a causa dell’alto numero di contagi. La scelta di rimandare i match ha generato diverse polemiche, con calciatori, dirigenti, allenatori e tifosi che hanno espresso il proprio disappunto. Tra questi c’è anche il tecnico della Lazio Maurizio Sarri che ai microfoni di Dazn ha chiesto che venga fatta chiarezza sulla pericolosità, o meno, del covid.

Lazio, Sarri: “Il covid è pericoloso?”

“Per quanto riguarda la situazione covid – ha detto l’allenatore biancoceleste – io credo che chi prende le decisioni debba essere chiaro con tutti. Se la malattia è pericolosa si deve fermare tutto, altrimenti se è un’influenza si sta a casa con l’influenza“.

Lazio, Sarri vuole chiarezza sul covid: “È pericoloso o no?”

Ci devono dire se è pericolosa o meno. Così è dura – ha aggiunto – anche perché poi siamo in mano alle decisioni di venti Regioni e ognuno ragiona in maniera autonoma”. Ciò che non piace al tecnico laziale è dunque il fatto che ogni territorio possa decidere in maniera autonoma se far giocare o meno una partita.

Lazio, Sarri e i dubbi sulla pericolosità del covid

L’attacco di Sarri è rivolto alla Lega, alle Asl regionali e al nuovo protocollo anti covid che prevede la possibilità di giocare le partite qualora fossero 13 giocatori più un portiere, altrimenti si dovrà attingere dalla Primavera. “Una squadra – ha detto il tecnico di Stia – viene fermata con 4 o 5 positivi e altre invece giocano. Se le decisioni sono delle Asl regionali è difficile fare un protocollo”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli