De Laurentiis: 'Anguissa resta, prima le cessione poi gli acquisti. Mertens? Chi è veramente interessato non scompare'

Arriva la conferenza di presentazione del ritiro del Napoli, che sarà per la dodicesima volta a Dimaro quest'estate. Presenti Aurelio De Laurentiis, il vicepresidente Edo De Laurentiis, Spalletti, l'assessore allo sport del Comune di Dimaro, Nadia Ramponi, il CEO Trentino Marketing, Maurizio Rossini e l'assessore al Turismo di Dimaro, Marco Katzemberger. Parla il presidente del Napoli:

IL RITIRO - Il momento normalizzato di un ritiro in Trentino diventa un momento di incontro importante con tutti quanti voi che potrete fare la cronaca degli avvenimenti sportivi. Siamo in pieno mercato, ci saranno novità importanti. Ci saranno delle partite, come al solito. La normalizzazione è importante perché avremo la possibilità di ospitare nelle tribune più di mille persone. L'ultima volta normale abbiamo avuto una frequenza di 70 mila tifosi venuti da ogni dove. Ci auguriamo che con la ripresa normale, senza più i famosi distanziamenti, avranno nuovamente inizio le attività di intrattenimento con un programma da stipulare. Sarà un ritiro all'insegna della ricostruzione psicofisica, anche del movimento calcistico. Usciamo da due anni poco edificanti per tutti. Vedere partite come Manchester City-Real Madrid fa bene al cuore e fa venire voglia di rialzare il livello del calcio, compreso quello italiano. Qualcuno ha detto che è stato un anno ridimensionato calcisticamente, invece è stato un campionato molto combattuto. Fosse così facile vincere uno lo farebbe sempre".

ACQUISTI - "Chi ci sarà nella locandina di presentazione? Io potrei mettere una carrellata dei giocatori che ci sono stati in questi diciotto anni. Anguissa sicuramente rimane. Va bene? Basta".

PROGETTI IN RITIRO - "Se io dovessi dire adesso tutto quello che abbiamo in mente con l'assessore allo sport e al turismo sarebbe come vivere un deja-vù. La cosa bella è che lo sapranno i visitors quando verranno. Prima di entrare qui abbiamo messo una giornata fantastica di cui non diciamo nulla. Deve essere il privilegio della scoperta, altrimenti finiamo per banalizzare tutto e diventa scontato, normale".

TORNEO INTERNAZIONALE - "Dal 15 novembre al 6 gennaio c'è il periodo molto importante dove ci saranno i Mondiali da cui l'Italia è stata esclusa. Ho visto il calendario e non c'è dubbio che non ci saranno tutte le squadre. Dal 1 dicembre molti giocatori potranno rientrare. Dal 23-24 novembre cerchiamo di organizzarci con altre squadre italiane per fare qualche cosa. Si era parlato di Stati Uniti, Emirati, Nordafrica. Stiamo studiando, c'è la nostra commissione di Lega che sta verificando queste opportunità. Non puoi costringere o convincere tutte le società a seguire un certo protocollo. Qualcuno si è già organizzato e farà in altro modo. Peccato ci sia la neve in Trentino a novembre, altrimenti saremmo andati lì. Non potremo fermarci per due mesi, alla ripresa dovremo essere pronti.".

DIMARO-MERCATO - "Si potrebbe rinominare quel periodo Dimaro-mercato perché è un periodo in cui ci saranno tanti movimenti. Olivera? Ne stiamo seguendo tanti".

RINNOVO RITIRO DIMARO - "Futuro ancora insieme a Dimaro? Sono mesi che ne parliamo. C'è grande rispetto e amicizia, sia loro che noi abbiamo sempre dato per scontato che sia semplice sedersi e continuare".

MERTENS - "Ci siamo visti, abbiamo parlato e ci dovremo rincontrare. Mi sembra inopportuno mentre si sta ancora giocando mettere pressioni, speranze. Se uno è veramente interessato, quando tutto sarà finito, non scompare. Il 22 ci sarà la partita alle 12:30 con 80 gradi all'ombra. Vedremo il 23, 24 o 25, gli altri giorni. Non scappiamo. Dobbiamo incontrarci anche io e Spalletti per buttare le basi per le aspettative del mercato. Non è che all'improvviso scompariamo tutti, dobbiamo essere una realtà permanente. Il dialogo è sempre alla base di qualunque successo. Se non c'è dialogo tra le parti allora uno va in vacanza e buonanotte ai sognatori".

INIZIATIVE A DIMARO - "Stiamo studiando con Formisano su come tornare alla normalità. Serate in piazza organizzando quel teatrino all'esterno o all'interno. Faremo varie cose. Anche con l'assessore allo sport stavamo ragionando su varie idee che lei aveva avuto, molto intriganti e innovative. Sarà un'estate all'insegna della ripresa della normalità e di una concreta, spettacolare e divertente estate. Autografi? Certo che ci saranno. Senza dimenticare che siamo in un sistema in cui le precauzioni vanno sempre prese. Chi viene lì spesso si secca di doversi adeguare a una distanza o mascherina o quant'altro. Vedo che tutti ti abbracciano, ti baciano, ti danno la mano. L'altra sera dalla Nannini ero subissato e pensavo 'Forse non hanno capito la situazione in cui siamo'. Di riprendere il Covid a 70 anni non mi va".

MERCATO - "Mala tempora currunt, non solo per il Napoli. Per tutto il mondo calcistico. La ripresa del mercato nasce da uscite e poi acquisti".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli