L’addio di Lavezzi: “Lascio il calcio, grazie per l’affetto”

L’addio di Lavezzi: “Lascio il calcio, grazie per l’affetto”
L’addio di Lavezzi: “Lascio il calcio, grazie per l’affetto”

Lavezzi lascia il calcio: è questa l’ultima notizia che ha scosso un po’ i nostalgici di questo sport, soprattutto sponda Napoli dopo le tante battaglie vissute assieme: “E’ il momento giusto di smettere, ora voglio godermi la mia famiglia“. Saluta un giocatore dalle qualità tecniche incredibili, la cui carriera (forse) non ha rispecchiato davvero i suoi valori.

Lavezzi dà l’addio al calcio giocato

‘El pocho’ Lavezzi ha deciso di lasciare il calcio all’età di 34 anni, dopo l’ultima esperienza vissuta in Cina al di fuori dei riflettori del grande calcio europeo. Sicuramente, l’apice della sua carriera è stato raggiunto a Napoli, con cui è stato assoluto protagonista per diverse stagioni. Indimenticabile il trio delle meraviglie Hamsik-Lavezzi-Cavani, che regalò tantissime gioie ai tifosi partenopei anche in Champions League. Le vittorie con il Chelsea e il Manchester City restano impresse nella mente dei tifosi azzurri, come i grandi successi nazionali con Inter-Milan-Juve che rilanciarono il Napoli dopo anni di difficoltà. Con un messaggio chiaro, Lavezzi ha salutato il calcio giocato spegnendo sul nascere ogni voce di mercato che stava circolando nelle ultime ore: “Grazie a tutti voi per l’affetto. Lascio definitivamente il calcio, convinto di aver fatto una buona carriera e di esser stato utile, grazie ancora“.

Il tutto a poche ore prima dal match di Champions proprio disputato dal Napoli ad Anfield contro il Liverpool, gara fondamentale per gli uomini di Ancelotti dopo le polemiche post Salisburgo. Il pareggio con i campioni d’Europa in carica ha rilanciato le ambizioni azzurre, risultato che sa davvero di ultimo saluto a Lavezzi.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...