Lazio, ecco l'accelerata per Kostic: serbo più vicino, Zaccagni perde quota

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·2 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Si fa sempre più incandescente il mercato della Lazio. La ricerca disperata di un nuovo esterno da regalare a Sarri dovrà concludersi entro domani, termine ultimo della campagna di trasferimenti estiva. Ormai sono due le piste per il dopo Correa. Una, arcinota, porta a Filip Kostic dell’Eintracht Francoforte. L’altra, il cosiddetto “piano b”, è decisamente più vicina e conduce a Zaccagni dell’Hellas Verona.

KOSTIC – Dalla Germania darebbero quasi per fatta la trattativa per Kostic (Bild). Quel che è certo è che la Lazio ha accelerato, così come richiesto dall’Eintracht. Come raccolto dalla nostra redazione sembrerebbe esserci stato anche un errore di mail inviate per la prima offerta presentata. Drama a parte, dai 15 milioni (bonus compresi) il club capitolino si sarebbe spinto a 15 + 3, cifra molto vicina ai 20 milioni richiesti inizialmente dai tedeschi.

L’asse Roma-Francoforte si fa sempre più rovente, con Kostic che da tempo ha già l’accordo con la Lazio. Si parla di almeno 4 anni di contratto a 2,5 milioni di euro a stagione, cifra importante assecondata anche dalle agevolazioni del Decreto Crescita per i calciatori reduci dal almeno due anni all’estero (tasse abbassate dal 45% al 25%). Con l’arrivo del classe ’92 serbo sarebbe certo il non tesseramento del connazionale Kamenovic.

ZACCAGNI – La Lazio come alternativa a Kostic nelle ultime settimane ha sempre considerato Zaccagni. Il calciatore già piaceva ad Inzaghi, tanto che Tare parlò col suo agente a gennaio scorso. Da lì non se ne fece più nulla, ma nell’ultima settimana ecco l’accelerata fino ad arrivare a stamani.

Il contatto tra il ds biancoceleste e il procuratore di Zaccagni però non avrebbe portato i frutti sperati. Considerata alta la richiesta dell’ingaggio, rispetto a Kostic non agevolata dal Decreto Crescita. Col sì del calciatore la Lazio avrebbe intavolato una trattativa lampo con l’Hellas visto che da Verona negano avvicinamenti del club capitolino. Al momento l'opzione Zaccagni perde quota.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli