Lazio-Inter e Milan-Verona, rivivi la MOVIOLA: due rigori a San Siro, che rissa a Roma

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·3 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

L'ottava giornata di Serie A continua con due anticipi che chiudono il sabato di campionato: alle 18 ecco la super sfida tra Lazio e Inter all'Olimpico, alle 20.45 il Milan a San Siro contro il Verona per tentare il sorpasso in vetta sul Napoli.

Su Calciomercato.com gli episodi da moviola delle partite.

LAZIO-INTER Arbitro: Irrati Assistenti: Perrotti-Palermo Quarto Ufficiale: Manganiello Var: Mazzoleni Avar: Preti

90' - Al fischio finale animi ancora accesi. Luiz Felipe abbranca da dietro Correa, ex compagno alla Lazio, che però non la prende bene. L'arbitro estrae il rosso per il difensore, che scoppia in lacrime.

81' - La Lazio va in vantaggio al termine di un’azione nata con Dimarco fermo a terra, a causa di un fallo di Leiva a metà campo (con l’arbitro che concede correttamente il vantaggio perché i nerazzurri non si fermano). L’Inter appunto nell’azione precedente non butta fuori il pallone, e anzi con Lautaro va al tiro (parato da Reina). I biancocelesti così ripartono e arrivano in porta, col gol di Felipe Anderson. Subito dopo parte una rissa che coinvolge diversi giocatori di entrambe le squadre. Dumfries il primo a partire, contro Felipe Anderson. Subentrano Milinkovic e Handanovic, poi si forma un capannello. L’arbitro fatica a calmare gli animi, alla fine ne ammonisce quattro: Lautaro Martinez (tra i più arrabbiati nell’Inter), Dumfries, Felipe Anderson e Milinkovic-Savic.

63' - Rigore per la Lazio. Sugli sviluppi di un calcio d'angolo Bastoni salta e, in un contrasto aereo con Patric, tocca il pallone un po' con il braccio un po' con la mano destra. Per Irrati giallo per il difensore nerazzurro e penalty.

12' - Barella lanciato in area di rigore, Hysaj arriva in ritardo e sullo slancio lo tocca sul piede. Irrati non ha dubbi e assegna il penalty.

MILAN-VERONA Arbitro: Prontera Assistenti: Mastrodonato-Lanotte Quarto Ufficiale: Paterna Var: Di Paolo Avar: Longo

74' - Contatto Castillejo-Faraoni in area di rigore, l'arbitro stavolta assegna il penalty.

71’ - Contatto Gunter-Giroud in area di rigore: il difensore tocca il pallone con il piede, poi arriva il francese da dietro e tocca anche la testa del centravanti. Per l’arbitro si può proseguire.

48' - Il Milan reclama un rigore. Leao si invola sulla sinistra, mette un cross al centro e il pallone, dopo un rimpallo fortuito, finisce sul braccio largo di Casale. L'arbitro lascia correre, il Var non lo richiama.

22' ROMAGNOLI SU KALINIC, E' RIGORE: Lazovic mette un cross basso da sinistra e il capitano del Milan entra in contatto con l'attaccante croato all'altezza del primo palo facendolo cadere. Per Pontrera è il rossonero ad intervenire per primo sul suo avversario e, anche dopo la review del Var, la decisione è confermata.

7' VERONA AVANTI, NESSUN FALLO: Veloso si avventa su un pallone vagante sulla trequarti ed anticipa Bennacer, che cade a terra senza subire alcuna scorrettezza, Caprari sorprende Tomori e Calabria e batte Tatarusanu. Anche il check del Var Di Paolo conferma la decisione di lasciar correre di Prontera.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli