Lazio, le pagelle di CM: Immobile non ne prende una, Patric isterico, Luis Alberto affannato

·3 minuto per la lettura

Lecce-Lazio 2-1

Strakosha 6: Sempre qualche rinvio errato di troppo, qualche uscita pure peggio. Meglio con il passare dei minuti, un paio di interventi importanti.

Patric 4: In ritardo colpevole su un errore in uscita becca il pallone sul braccio, terzo rigore subito in 3 partite. Maresca va a rivederlo e lo dà lo stesso. Si becca un rosso isterico.

Acerbi 5,5: Va fuori posizione sul gol di Babacar e la Lazio prende il pari, decisivo nella ripresa su Mayer, un salvataggio che vale un gol.

Radu 5,5: Sempre attento ma sembra un po' stanco, un po' affannato. Randella quando può, si becca un giallo da stanchezza e viene cambiato. (dal 1 st Luiz Felipe 6: Rientra in un momentaccio, sfiora la rete del pareggio con un colpo di testa salvato sulla linea).

Lazzari 6: Subisce un paio di interventi molto molto duri nel primo tempo, dà sempre l'impressione di essere sempre pericoloso. Uno dei migliori dei suoi. (Dal 39' st Adekanye s.v.)

Parolo 5,5: Gioca al posto di un Milinkovic dolorante e tenuto a riposo, prova a metterci corsa e sostanza, ma la squadra non gira. (Dal 24' st Cataldi s.v.)

Leiva 5,5: Subito dolorante dopo nemmeno 10 minuti alla sua seconda da titolare dopo l'infortunio. Recupera molti palloni, alcuni che potenzialmente sono decisivi, ma sembra veramente in riserva fisica. Rimane negli spogliatoi a fine primo tempo. (Dal 1' st Milinkovic Savic 5,5: la Lazio ha troppo bisogno di lui, prende subito una brutta randellata di Gabriel in uscita. Piano piano la sua gara cresce, si sentiva la sua mancanza sia a livello fisico che tecnico. Troppo poco).

Luis Alberto 5: Innesta un paio di azioni molto gustose nel primo tempo, poco sfruttate dai compagni, ma la sua prestazione è opaca, mesta, affannata. Un brutto momento, fatale per la corsa Scudetto della Lazio.

Jony 5: Anche lui come Lazzari prende belle randellate, non riesce mai a rendersi pericoloso, sembra fuori fase e Inzaghi lo toglie. Serve molto altro per la Serie A. (Dal 1' st Lukaku 6: Entra per dare la scossa, prova a premere e fa meglio di Jony. Francamente dovrebbe giocare titolare).

Caicedo 6: Si fa trovare pronto, subito decisivo dopo l'erroraccio di Gabriel e la sua successiva parata alla disperata. Prova a fare da sponda, a lottare, a muoversi su tutto il fronte.

Immobile 4,5: Dopo 20' si mangia letteralmente un gol fatto, sparacchiando su Gabriel. I difensori del Lecce lo mandano sempre in fuorigioco, anche a causa di una condizione fisica veramente precaria. Ha la lingua di fuori nonostante non abbia giocato l'ultima contro il Milan. Nella ripresa prova un tiro da fuori che è simbolo di una serata e uno stato di forma sconclusionato. Barcollante, non ne prende una.

Inzaghi 4,5: Ritrova i suoi attaccanti e subito il gol, ma poi si vedono tutti i difetti di questa Lazio post-sosta: squadra lunghissima, stanchissima, in un perenne Trofeo Birra Moretti. Tutte le altre squadre sembrano averne di più, anche a livello motivazionale. Il sogno Scudetto sfuma, e più di qualcosa è andato storto, anche nella sua gestione, o del suo staff.