Lazio: Luis Alberto vuole il Siviglia, ma la trattativa resta bloccata. Sarri aspetta Ilic

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Resta incerto il futuro alla Lazio di Luis Alberto. Il calciatore continua a desiderare il Siviglia, ma fino a oggi non c'è stata nessuna offerta dagli spagnoli. Sarri nel frattempo spinge il club per portare comunque a Roma Ilic, come rinforzo a centrocampo. Senza introiti dalle cessioni però il serbo non può arrivare.

MAGIA FINITA - Il Mago, nonostante il lavoro svolto con abnegazione sin dall'inizio ad Auronzo e continuato nei giorni scorsi, non brilla più come prima in campo. Nelle amichevoli, pur contro squadre di basso livello, non ha impressionato. Nemmeno sfigurato, certo, ma le sirene di un possibile ritorno a casa sembrano distrarlo più che in passato. Con i biancocelesti ha un contratto fino al 2025. Non vuole andare via a tutti i costi, ma le voci che lo accostano con insistenza al Siviglia non sono mai state così forti. Per questo, negli ultimi giorni, avrebbe fatto intendere alla società - in caso ci fossero possibilità concrete - di non ostacolare una eventuale partenza. Il punto però è proprio questo: passi avanti ancora non ce ne sono stati. Il ds degli spagnoli, Monchi - che continua a ripetere che gli obiettivi primari del club biancorosso sono un centrale e un terzino - aveva provato a proporre la contropartita Oliver Torres per abbassare le richieste di Lotito. Niente da fare. Ipotesi accantonata da tempo. Il patron dei biancocelesti continua a volere almeno una trentina di milioni per il cartellino del centrocampista. Anche perché poi ne dovrebbe girare il 30% al Liverpool. Nelle ultime ore sembra siano allo studio formule alternative, ma al momento di concreto per sbloccare l'impasse c'è poco.

ILIC - Il rischio di andare al muro contro muro in ogni caso non è nell'interesse, né nelle volontà di nessuno. Se non si concretizzasse alcunché, il calciatore resterebbe a disposizione di Sarri, anche se già dall'anno scorso è chiaro come tra i due non ci sia un rapporto idilliaco. Per questo il tecnico - che nelle ultime due amichevoli ha fatto partire Luis Alberto dalla panchina - freme per avere Ilic. Il centrocampista dell'Hellas è stato individuato come rimpiazzo perfetto per il numero 10 biancoceleste. Dipendesse dal mister sarebbe già a Roma, considerando che tra Lazio e Verona un accordo di massima c'è già. Ma prima di dare 18 milioni a Setti per pagare il cartellino del talento classe '01 alle Aquile serve incassare. Gli esuberi da piazzare sono ancora molti e comunque probabilmente non basterebbero (perché ci sarebbe anche il terzino sinistro da prendere, ndr). L'allenatore toscano attende. L'operato della società sul mercato lo ha soddisfatto fin qui, ma sa che senza l'addio dell'ex Liverpool molto difficilmente vedrà realizzarsi questo suo ultimo grande desiderio.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli